home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 88.844.213 visualizzazioni ]
05/09/2012 17.06.20 - Articolo letto 5893 volte

Ospedali e assunzioni: stop a Matera, Potenza e Rionero continueranno

Ospedale Madonna della Grazie - Matera (foto SassiLand) Ospedale Madonna della Grazie - Matera (foto SassiLand)
Media voti: Ospedali e assunzioni: stop a Matera, Potenza e Rionero continueranno - Voti: 0
Nota di Angelo Raffaele Cotugno di SEL
Basilicata "Con la legge regionale numero 16 - afferma Angelo Raffaele Cotugno di SEL - del 08/08/2012 all’art.20, vengono emanate disposizioni circa il personale del servizio sanitario regionale, più precisamente viene disposto il blocco delle assunzioni, a qualsiasi titolo di personale.
Al comma 3 dello stesso articolo però si esclude dal blocco del turn over il personale sanitario, necessario al potenziamento della rete regionale dell’emergenza-urgenza destinato al servizio 118 (e fin qui tutto bene) e udite, udite quello dell’ospedale S.Carlo di Potenza (DEA di II livello) e dell’ospedale di Rionero, discriminando così il territorio di Matera e provincia.
Forse è il caso a questo punto, di ricordare alla governance sanitaria lucana, che il presidio ospedaliero “Madonna delle Grazie”, (DEA di I livello), ben lontano dagli standard raggiunti in passato è praticamente in “caduta libera”.
Infatti con la carenza di personale sanitario tutto (intorno al 30% circa) si sta assistendo a preoccupanti manovre di accorpamento di reparti e a riduzioni o addirittura azzeramenti di posti letto.
Penso al reparto di ORL ( a proposito, mentre a Matera si riducono i posti letto di questo reparto, al S. Carlo ce ne sono ben due, con due primari diversi), penso al reparto di gastroenterologia ed endoscopia di urgenza, a quello di chirurgia vascolare (che in un DEA di I livello dovrebbe essere garantito), questi solo per citarne alcuni.
Ci sono professionalita’ mortificate, che potrebbero dare valore aggiunto al nostro ospedale e che anche in condizioni precarie (mancanza di tecnologia e personale) sono riusciti ad operare e a garantire sevizi di altissima specialita’, mi riferisco alla radiologia interventistica.
Mi chiedo se qualcuno in questa regione, si preoccupi di dire chi fa, che cosa, se è ancora il caso di tenere in piedi alcuni ospedali o se invece, dopo aver garantito il territorio, (per buona pace di qualche politico) gli ospedali si riducano e le risorse umane, economiche e tecnologiche vengano allocate negli ospedali fondamentali per la regione e per la salute dei cittadini, puntando così alla qualità dei servizi erogati.
Tutto ciò, però non accade, infatti in ottemperanza alla legge sulla spending review (legittima, lì dove ci sono gli sprechi), assistiamo invece ad un taglio indiscriminato per cui non si capisce perché ad esempio all’ospedale di Matera non si riesce ad avere una guardia anestesiologica, mentre all’ospedale di Tricarico, dove non si opera più da diverso tempo sono presenti anestesisti e chirurghi, non è dato sapere perché vengono eliminate pronte disponibilita’ del personale sanitario o del personale tecnico atto a garantire la manutenzione delle apparecchiature di dialisi o del personale che garantisce il perfetto funzionamento del sistema informatico (cosa succederebbe se nottetempo o nei giorni festivi si bloccasse la rete ospedaliera?) tutto ciò solo per fare alcuni esempi.
Inoltre, perché vengono creati primariati ex-novo, vorrei ricordare che in regione ci sono gia’ oltre 70 primari e non stiamo parlando sicuramente della  Lombardia.
Per non parlare della riduzione dei servizi di pulizia e dei servizi alberghieri, c’è da augurarsi non a discapito della qualità e dei posti di lavoro.
Insomma credo che sia importante per il cittadino, avere dei punti di riferimento forti dove poter essere garantito nel diritto alla salute così come sancito dalla Costituzione.
Uno di questi punti di riferimento per il ruolo che svolge è sicuramente il presido ospedaliero “Madonna delle Grazie” di Matera a cui spero vogliano essere allocate tutte quelle risorse ( a partire dalla approvazione del piano assunzioni 2012) atte a garantire il cittadino e gli operatori che vi operano, perché in questa regione non possono esserci cittadini di serie A e cittadini di serie B.
 
MATERA,05/09/2012
 
 CONSIGLIERE CAPOGRUPPO S.E.L
COMUNE DI MATERA
COTUGNO ANGELO RAFFAELE"


Per completezza di informazione riportiamo l'intero articolo 20 in questione:

"Articolo 20 - Disposizioni in materia di personale del Servizio sanitario regionale

1. Al fine di garantire il rispetto degli obblighi comunitari e la realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica stabiliti dalle norme nazionali vigenti, per gli anni 2012, 2013 e 2014, per tutte le aziende sanitarie pubbliche e gli enti pubblici del servizio sanitario  regionale, è disposto il blocco delle assunzioni, a qualsiasi titolo, di personale.

2. Le Aziende sanitarie possono chiedere deroghe al blocco delle assunzioni nel limite massimo del 30% della spesa del personale cessato dal servizio durante l'anno precedente.
 
3. Sono escluse dal blocco del turn over le assunzioni di personale sanitario necessario al potenziamento della rete regionale  dell'Emergenza - Urgenza destinato al servizio 118 e al DEA di secondo livello e le assunzioni di personale nell'ambito della ricerca richieste dall'IRCSS-CROB di Rionero.

4. In deroga a quanto previsto al comma 1, per l'anno 2012 la spesa annua per il personale assunto a tempo determinato non deve superare l'ottanta per cento della spesa sostenuta dall'azienda nell'anno precedente per la medesima tipologia di personale. Sono fatti salvi gli obblighi derivanti da contratti già sottoscritti alla data di entrata in vigore della presente legge.

5. Le assunzioni in deroga, secondo quanto disposto ai commi 2, 3 e 4, sono autorizzate dalla Giunta regionale previa dimostrazione, da parte dell'azienda, dell'avvenuta ottimizzazione nell'impiego delle risorse umane già in servizio.

6. Entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, la Giunta regionale fisserà gli standard di dimensionamento del personale del Servizio sanitario regionale. A far data dall'approvazione dei suddetti standard non si applicano i commi 2 e 3 e la Giunta regionale potrà autorizzare assunzioni in deroga al comma 1 previa verifica del rispetto dei parametri stabiliti.

7. L'art. 28 della Legge Regionale 30 dicembre 2010, n. 33 e l'art. 30, commi 1, 2 e 4, della Legge Regionale 30 dicembre 2011, n. 26 sono
abrogati"."



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi