home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.820.249 visualizzazioni ]
19/06/2012 14.56.35 - Articolo letto 3056 volte

Accordo quadro Regione e Cnr: più ricerca in Basilicata

Accordo quadro Regione e Cnr: più ricerca in Basilicata Accordo quadro Regione e Cnr: più ricerca in Basilicata
Media voti: Accordo quadro Regione e Cnr: più ricerca in Basilicata - Voti: 0
Le attività saranno incentrate sul reclutamento di giovani ricercatori e sul potenziamento delle infrastrutture
Basilicata Rafforzare la collaborazione tra Regione Basilicata e Consiglio Nazionale delle Ricerche e favorire iniziative strategiche per consolidare un sistema scientifico competitivo a livello internazionale, anche nell’ottica delle nuove opportunità offerte dal nuovo programma europeo Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione, e per l’attuazione di programmi di ricerca e sviluppo finalizzati ai bisogni sociali ed economici della regione. Sono questi gli obiettivi di un accordo di collaborazione sottoscritto dal presidente del Cnr Luigi Nicolais e dal presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo. Con l’accordo si intendono  sviluppare e potenziare le Infrastrutture di ricerca di rilevanza europea già finanziate dal settimo Programma Quadro dell’Unione Europea, come l’osservatorio atmosferico “Ciao”  che è uno dei dodici siti mondiali della rete “Gruan” per lo studio dell’alta atmosfera, ubicato presso l’Area della Ricerca del Cnr di Tito, e il campo sperimentale Hydrogeosite, ubicato a Marsico Nuovo, tra  i primi in Europa per lo studio della diffusione di inquinanti in suoli e falde in condizioni controllate. Prevista inoltre la  promozione di progetti di ricerca in vari settori tra cui l’osservazione della terra, l’ambiente, l’energia, il patrimonio culturale, l’agroalimentare e la salute. Si favorirà inoltre l’internazionalizzare della ricerca regionale attraverso il reclutamento di giovani ricercatori e l’avvio di programmi di mobilità. In stretta collaborazione con l’Unibas saranno attuati interventi di alta formazione. Previsti anche progetti di ricerca industriale e di potenziamento delle attività del distretto tecnologico della Basilicata. Si intende inoltre promuovere la collaborazione con altri enti locali, il sistema delle imprese, delle Agenzie regionali, degli Enti ed Istituti di ricerca e loro consorzi, dell’Università, nonché delle forze sociali presenti in Basilicata. Per dare attuazione all’accordo quadro è prevista la nomina di un Comitato di indirizzo strategico paritetico. I singoli progetti individuati verranno finanziati a seguito della stipula di convenzioni operative. Le risorse finanziarie per l’attuazione dell’accordo saranno messe a disposizione dal Cnr in modalità di cofinanziamento e dalla Regione su fondi regionali e saranno finalizzate all’attrazione di nuove risorse in ambito europeo. Nell’arco del quinquennio di validità dell’accordo una parte rilevante delle risorse saranno destinate al reclutamento di giovani ricercatori ed al potenziamento delle infrastrutture di ricerca.

Regione Basilicata e Cnr, in corso un ampio spettro di azioni
I rapporti di collaborazione nellʹattività di ricerca tra il Cnr ed gli Enti pubblici sono regolati dagli Accordi Quadro che definiscono le aree progettuali e le modalità di collaborazione, base per la successiva stipula di Convenzioni operative 
 
La Regione Basilicata e il Cnr hanno da tempo avviato un ampio spettro di azioni, collaborazioni e progetti. Le principali attività in atto sono: la stipula di un accordo per la concessione in comodato di uso gratuito dell’immobile sede dell’Area della Ricerca del Cnr di Tito Scalo; la realizzazione di un Distretto Tecnologico sulle nuove tecnologie per le osservazioni della Terra ed i rischi naturali. In tale contesto è stato costruito il Consorzio pubblico‐privato TeRN che vede la partecipazione del Cnr, il Consorzio Interuniversitario Relius, dell’Enea, l’Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente, la società Telespazio e dal Consorzio Createc di Pmi lucane;  la realizzazione di un nuovo Polo CNR a Marsico Nuovo e l’avvio delle attività dell’Osservatorio Ambientale della Val d’Agri;  il sostegno alla partecipazione della Regione Basilicata al network Nereus “Le Regioni Europee per lo Spazio”;  il supporto tecnico‐scientifico ad interventi nel settore ambientale come la ricerca fusti sepolti in aree in degrado ambientale e interventi a supporto della Protezione Civile Regionale; la promozione di interventi per l’innovazione ed il trasferimento tecnologico anche mediante la realizzazione del Centro sul rischio ambientale ImpresAmbiente che ha la sede principale in Basilicata e sedi secondarie nelle altre Regioni obiettivo uno; lo sviluppo delle iniziative del VII Programma Quadro per la Ricerca dell’Unione Europea; la partecipazione a programmi di cooperazione interregionale e transfrontaliera come il  Programma Interreg;  il Programma Giovani Eccellenze Lucane mediante il finanziamento di assegni di ricerca per giovani laureati da spendere presso i centri di ricerca ed istituti Cnr con sede in Basilicata; lo sviluppo di programmi di e‐sanità e la partecipazione di ricercatori nelle sedi sanitarie operative; la realizzazione del progetto “LUcania Medici In Rete”; la realizzazione di un centro sulla biodiversità vegetale mediterranea, con particolare attenzione a quella d’interesse agrario ed agroalimentare; la realizzazione di un polo sulle agro biotecnologie per lo sviluppo dei settori agroalimentare ed ambientale, avviato con Metapontum Agrobios, primo nucleo di un Polo scientifico e tecnologico che coinvolga tutte le realtà di ricerca e sviluppo della Basilicata.

Intesa Regione-Cnr; De Filippo: “Investiamo su migliore energia: i giovani”
Per il presidente della Regione “L’accordo inciderà positivamente tanto sulla competitività del sistema produttivo che nel superamento del mismatch del mercato del lavoro”
 
“Potenziamo la ricerca investendo sulla migliore energia disponibile: il cervello dei nostri giovani”. Il Presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, commenta in questo modo la sottoscrizione del protocollo d’intesa con il Cnr.
“Gli accordi che abbiamo raggiunto – spiega De Filippo – prevedono in modo esplicito che le risorse per l’attuazione dei progetti saranno destinate prevalentemente al reclutamento di giovani ricercatori ed al potenziamento di infrastrutture di ricerca. In questo modo puntiamo a sviluppare asset direttamente connessi al territorio, che possano costituire un punto di forza per lo sviluppo del sistema produttivo locale e un’opportunità per i tanti giovani lucani altamente specializzati. Tra i primi problemi del nostro territorio – ha concluso De Filippo – ci sono un sistema produttivo che deve superare gli attuali limiti di competitività e un mercato del lavoro caratterizzato dal fenomeno del mismatch, con un abbondanza di offerta di occupazioni di bassa specializzazione a fronte di un patrimonio di professionalità di livello medio-alto. E questa intesa può incidere positivamente su entrambi i problemi”.

Intesa Regione-Cnr; Nicolais: “Un nuovo futuro per il Mezzogiorno”
Il Consiglio Nazionale delle Ricerche intende collaborare nell’attuazione di iniziative strategiche per consolidare in Basilicata un sistema scientifico competitivo a livello internazionale
 
“Con questo accordo - dichiara il Presidente del Cnr, prof.Luigi Nicolais - procediamo, d’intesa con la Regione Basilicata  nell’azione di potenziamento e valorizzazione della rete scientifica lucana a sostegno e integrazione dei processi di innovazione e sviluppo locale. Gli ambiti di intervento e i progetti che potranno essere messi in campo, ai diversi livelli, comunitario, nazionale, locale  – prosegue Nicolais -  terranno conto di tutte le potenzialità e di tutte le eccellenze presenti, perché solo utilizzando pienamente e con lungimiranza la leva dei saperi è  possibile immaginare e realizzare un nuovo futuro per l’intero Mezzogiorno”.

Intesa Regione-Cnr; Pittella: “E’ la conferma di una robusta collaborazione”
Per l’Assessore alle Attività Produttive la Basilicata si sta preparando a cogliere in pieno le sfide del programma Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione

“Questo Accordo quadro conferma la robusta e lungimirante collaborazione tra Regione Basilicata e Consiglio Nazionale delle Ricerche. Tutti i progetti messi in campo in questi anni hanno saputo offrire un valido apporto in termini di qualità, conoscenza ed esperienza”. Questo il commento dell’Assessore alle Attività Produttive della Regione Basilicata Marcello Pittella in occasione della sottoscrizione del protocollo d’intesa con il Cnr. “Con i progetti che stiamo mettendo in campo – aggiunge Pittella – saremo pronti a cogliere in pieno le sfide del programma Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione consolidando un sistema scientifico competitivo a livello internazionale, anche nell’ottica delle nuove opportunità offerte dal nuovo programma europeo. Gli accordi che abbiamo raggiunto – commenta infine Pittella- ci consentiranno quindi di fare della ricerca e dell’innovazione due capisaldi fondamentali della Basilicata del futuro”.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi