home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.017.792 visualizzazioni ]
12/06/2012 10.06.37 - Articolo letto 4918 volte

Gorgoglione festeggia il Patrono

Foto storica dei buoi in processione alla festa patronale di Gorgoglione Foto storica dei buoi in processione alla festa patronale di Gorgoglione
Media voti: Gorgoglione festeggia il Patrono - Voti: 0
In paese 3 giorni di grande convivialità. E si rinnova l’antico rito del “Maggio”
di ANTONIO GRASSO
Gorgoglione GORGOGLIONE in festa per il Patrono. Da ieri e fino a domani, il “paese della pietra” onora Sant’Antonio da Padova. Non solo. Anche la Madonna del Pergamo. Due celebrazioni in una, insomma. Nel rispetto di un’antica tradizione. Si comincia il giorno 11 con la processione della Vergine. Sul far della sera il sacro simulacro viene trasportato dal paese al santuario campestre su di  un carro addobbato con fiori di stagione e trainato da una coppia di buoni. Nel piccolo tempio (la cui esistenza è attestata già nel lontano 1.131 in un “privilegio” tra le proprietà dell’abbazia benedettina di San Michele di Montescaglioso ndr) immerso fra i boschi dell’alto Materano, la statua della Madonna vi resta per tutta la durata dell’estate per – poi - essere  riportata in paese solo ad inizio di settembre con una processione “simmetrica”. Ed è proprio in occasione dei festeggiamenti mariani che si rinnova il rito arboreo del “Maggio”. Un cerimoniale molto simile a quello ben più rinomato della “vicina” Accettura, tra i più significativi ed emblematici dell’intera Lucania arcaica. Tra il sacro ed il profano. L’appuntamento è per il pomeriggio del 12 giugno. Nello spazio antistante il santuario, durante la processione della Madonna, viene innalzato il “Maggio”, composto dall’unione di due alberi (un fusto di cerro e una cima di agrifoglio), precedentemente scelti e tagliati nei boschi che circondano l’abitato. Ed, infine, trasportati nei pressi del santuario stesso. Una volta innalzato, il sodalizio costituisce il “bersaglio” prediletto degli spari dei cacciatori (che, a gara, mirano alle targhette dei premi nascoste tra i rami della cima) e successivamente scalato, fra incitazioni e battute colorite, dai giovani più ardimentosi del posto. Il giorno seguente, invece, i solenni festeggiamenti raggiungono il loro culmine, con la processione del Santo di Padova che si snoda per le vie del paese. Al corteo penitenziale vengono portati, come da tradizione, anche gli animali (di quelli ancora in “uso”): buoi, asini, muli, ma anche animali domestici. La processione si conclude con la benedizione dei quadrupedi sul sagrato della chiesa e con la distribuzione ai fedeli del pane benedetto.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi