home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.519.230 visualizzazioni ]
08/05/2012 18.10.14 - Articolo letto 4833 volte

In arrivo altri 5 km di piste ciclabili per mezzo milione di euro

la nuova pista ciclabile (foto Martemix) la nuova pista ciclabile (foto Martemix)
Ecco cosa accade all´uscita delle scuole (foto Martemix) Ecco cosa accade all´uscita delle scuole (foto Martemix)
Media voti: In arrivo altri 5 km di piste ciclabili per mezzo milione di euro - Voti: 0
Pedicini: “Uno spreco di denaro pubblico”
Matera "Le critiche alla mobilità sostenibile - sostiene il consigliere comunale Pedicini- per la realizzazione di piste ciclabili inutilizzate e realizzate in luoghi di grandi ingorghi stradali, tanto da essere considerate, lì dove sono, inservibili e pericolose da ciclisti e automobilisti, non hanno scalfito le scelte di questa amministrazione che, ecco prossima alla realizzazione altre nuove piste ciclabili in pieno centro cittadino. Il piano annuale delle opere pubbliche colloca in via Dante, via Lazzazzera, via Aldo Moro, via Gattini, via Lanera, via Annibale di Francia e via Castello, ulteriori 5 chilometri di piste ciclabili. Con delibera di giunta nr. 336 del luglio scorso sono stati appaltati i lavori per un importo pari a 546.000 € il cui progetto esecutivo è stato già appaltato. È incredibile che programmi con tali contenuti siano svincolati dalla partecipazione democratica, così come il piano della mobilità urbana che, se pur adottato, non è stato approvato in Consiglio Comunale ed è in netta contraddizione con quanto questa giunta si appresta ad eseguire nelle vie più ingorgate dal traffico. La realizzazione di tali opere sottrarrà incalcolabili aree di parcheggio ed è facile prospettare un incremento del traffico ed una effettiva incapacità di trovare aree di sosta. Il disordine più completo regna sulla mobilità urbana, scelte che sono patrimonio esclusivo del Governo della Città, scippate al Consiglio Comunale. L’adesione ai programmi fondamentali per la città è prerogativa esclusiva del sindaco e al suo impalpabile esecutivo, tant’è che si chiede al Consiglio Comunale di approvare scelte già fatte e lavori già appaltati, mentre cose già decise vengono portate all’attenzione delle commissioni. Il Piano Urbano della Mobilità, strumento a disposizione dei comuni per definire adeguati progetti per il sistema territorio-trasporti, oltre a soddisfare i bisogni di mobilità, deve assicurare l'abbattimento dei livelli di inquinamento atmosferico ed acustico, la riduzione dei consumi energetici, l'aumento dei livelli di sicurezza del trasporto e della circolazione stradale, anche con soluzioni di mobilità sostenibile,(l’uso della bici). Il PUM è stato presentato alla stampa nel mese di luglio poi il nulla, i consiglieri non ne conoscono i dettagli, nonostante ciò questa maggioranza, si piega ed approva scriteriate scelte che hanno il sol scopo di sperperare denaro pubblico in opere inutilizzabili, inservibili. Sulla base di tali concetti si adottano fantomatiche ed irrealizzabili visioni per le quali tutta la comunità ne paga le conseguenze in termini di disagi ed uso degli spazi. Si contestano le scelte che vanno in una direzione opposta alla mobilità sostenibile, non è questo il modo per incentivare l’uso della bicicletta. Questo è un dato incontrovertibile, lo si evidenzia puntualmente in viale delle Nazioni Unite: piste ciclabili in prossimità di ingorghi, utilizzate quali aree di parcheggio, poste in luoghi ad alta densità abitativa e di elevati flussi di veicoli, dove insistono auto e bus, luoghi ove la sosta e la fermata sono inevitabili. Con la imminente realizzazione di 5 km. di piste ciclabili questo caos si amplificherà. Questa amministrazione è convinta che siano le piste ciclabili a fare il ciclista; non tiene in alcun conto la sicurezza stradale, dell’utente delle due ruote fatto anche di bambini, del benessere che cerca chi usa la bicicletta che lo trova il più possibile distaccato dal traffico veicolare. Si contestano le politiche sulla mobilità sostenibile adottate nei luoghi di maggior traffico, si contesta una spesa di così elevato valore, si contestano realizzazioni di si fatti progetti lontani da standard reali; il PUM presentato alla stampa non prevedeva assolutamente piste ciclabili lì dove verranno realizzate, era tutt’altro l’impianto progettuale dei tecnici."



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi