home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 90.775.634 visualizzazioni ]
31/03/2012 17.14.17 - Articolo letto 7843 volte

Nasce una struttura di lunga degenza nella Residenza “Mons. Brancaccio” di Matera

Residenza Mons. Brancaccio Residenza Mons. Brancaccio
Media voti: Nasce una struttura di lunga degenza nella Residenza “Mons. Brancaccio” di Matera - Voti: 0
La casa di riposo si rinnova
Matera La Residenza Assistenziale “Mons. Brancaccio” di Matera si trasforma. Nata nel 1934 come Casa di Riposo e allocatisi nel Convento di Sant’Agostino, la struttura nel 1980 si trasferisce nell’attuale edificio e nel 2009 si trasforma in Residenza Assistenziale con forma giuridica di Fondazione Onlus. Nei giorni presenti si è fatto un ulteriore passo avanti perché è in avanzata fase di realizzazione il progetto di trasformazione del 3° piano del fabbricato attuale in Residenza Sanitaria Assistita che avrà i parametri delle strutture sanitarie, attrezzature qualificate e personale specializzato. Questa nuova area potrà accogliere ospiti non autosufficienti con gravi patologie degenerative legate all’invecchiamento ed avrà 34 posti letto. Il 3° piano è stato completamente ristrutturato con rifacimento di tutti gli impianti secondo le normative previste per le strutture sanitarie.
Il costo totale del progetto ammonta a 2,2 milioni di euro di cui 600mila euro per adeguamento alle normative di sicurezza e antincendi di tutta la restante parte del fabbricato. Inoltre, l’adeguamento di tutto il fabbricato alle norme di sicurezza ha comportato la costruzione di due scale di emergenza esterne accessibili da ogni piano. Sono state adeguate anche le strutture preesistenti dei servizi ed è stato installato un nuovo gruppo elettrogeno di continuità del servizio elettrico. Per poter eseguire i lavori, la Fondazione Onlus della Residenza Assistenziale “Mons. Brancaccio”
ha contratto un mutuo di 1,4 milioni di euro coprendo grossa parte delle restanti spese con risorse residue della stessa Fondazione. Per il funzionamento della nuova struttura saranno utilizzate 50 persone tra dipendenti diretti (infermieri, responsabili di reparto e personale
amministrativo) e personale convenzionato (servizi vari). La struttura attuale è autorizzata per il socio-assistenziale; sono in corso le pratiche per ottenere l’accreditamento dalla Regione Basilicata per la struttura sanitaria. Se tutto va bene la struttura andrà in funzione entro la fine dell’anno in corso. Purtroppo non tutte le spese delle restanti opere sono state coperte perché mancano 200mila euro per l’acquisto degli arredi (letti di degenza, barelle, armadi, tavoli, sedie, carrelli vari) che ovviamente sono indispensabili per l’avvio della struttura. A tale scopo l’arcivescovo di Matera-Irsina mons. Salvatore Ligorio ha scritto una lettera di sensibilizzazione alle Parrocchie, alle comunità religiose, alle associazioni e movimenti e a tutto il popolo di Dio della Diocesi affinchè tutti possano fare uno sforzo di solidarietà per consentire alla Fondazione il completamento dell’opera. L’auspicio è che tutta la comunità locale possa sostenere questa importante iniziativa con un gesto di solidarietà concreta.





Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi