home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.009.778 visualizzazioni ]
28/03/2012 10.45.43 - Articolo letto 3253 volte

Convegno su “La genomica in aiuto degli allevatori”

Convegno APA su “La genomica in aiuto degli allevatori” Convegno APA su “La genomica in aiuto degli allevatori”
Media voti: Convegno su “La genomica in aiuto degli allevatori” - Voti: 0
E' stato promosso da APA Potenza e Matera
Potenza La ricerca tesa al miglioramento qualitativo delle produzioni è la vera ed unica arma efficace per la difesa del Made in Italy rispetto ad una concorrenza spesso sleale in atto su un mercato oramai mondializzato. Questo vale anche per il settore primario. Ed è un concetto ben presente nella azione quotidiana delle APA di Matera e Potenza che non a caso puntano molto sulla formazione continua dei propri associati e a fornire loro la conoscenza delle nuove tecniche operative nella gestione dei propri allevamenti. Una condizione oramai indispensabile per stare al passo con i tempi, migliorare la produttività e quindi il reddito della propria azienda.
     A tale scopo, nelle settimane scorse, si è tenuto a Potenza una specifica iniziativa sul tema  “La genomica” che ha avuto un buon riscontro di partecipazione da parte degli allevatori lucani e della vicina Calabria. A relazionare sul delicato tema è stato il responsabile dell’ufficio ricerca dell’Associazione Nazionale Allevatori  di bovini della razza Bruna dottor Attilio Rossoni che ha illustrato alla interessata platea questo  nuovo strumento selettivo adottato di recente nel campo animale. Ma cosa è “la genomica”? Quali benefici essa può apportare nel campo zootecnico? Nel convegno è stato ricordato come tale disciplina scientifica che studia la struttura, la funzione e l’evoluzione del DNA di una specie abbia già consentito (con la comprensione delle complesse relazioni tra i vari geni) di migliorare la salute umana. E che essa, inoltre, viene utilizzata dai reparti scientifici delle polizie di mezzo mondo per l’identificazione dei responsabili di delitti mediante la raccolta sul luogo del delitto di campioni biologici da cui estrarre il DNA per l’analisi comparativa con campioni di sangue di persone oggetto di indagine.
     Da qualche tempo questa disciplina viene applicata anche nel campo zootecnico in quanto la conoscenza delle sequenze del DNA negli animali allevati, si rivela utile al miglioramento sia delle produzioni di latte e carne che della salute stessa degli animali. Quindi, di conseguenza anche per quella dell’uomo che se ne nutre.
     La selezione genetica classica degli animali di interesse zootecnico, e della specie bovina in particolare,  ha avuto notevole successo nel migliorare caratteri quantitativi, soprattutto nel lungo periodo e per caratteri ad ereditabilità medio-alta.  La scoperta del polimorfismo genetico a livello di DNA, attraverso questa nuova disciplina scientifica, ha dato impulso, nelle specie zootecniche, a ricerche mirate ad identificare le parti del DNA (denominate QTL) responsabili della variabilità genetica per caratteri quantitativi di interesse economico e, quindi, contribuisce ad accrescere il progresso genetico degli animali in selezione.
     All’incontro potentino cui hanno preso parte allevatori e tecnici, in rappresentanza del Dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata era presente il funzionario Dott. Rocco Giorgio responsabile dell’Ufficio Zootecnia e Zoosanità. A fare gli onori di casa il presidente dell’APA di Potenza Palmino Ferramosca che, nel suo saluto, ha evidenziato l’importanza che questo nuovo approccio scientifico al campo animale può avere sull’operatività e la efficienza delle aziende zootecniche, sottolineando come la sua applicazione non possa però prescindere dall’utilizzo dei dati rilevati sul campo dal patrimonio animale allevato. Insomma i benefici dalla “genomica possono giungere solo se accoppiata ad un rilevamento preciso ed accurato dei dati produttivi e riproduttivi del bestiame”. Da qui  l’importanza del fondamentale ruolo che il Sistema Allevatori  quotidianamente svolge nelle aziende attraverso il proprio corpo di tecnici formato da figure specializzate quali i veterinari, gli agronomi, i biologi, i chimici e i periti agrari.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi