home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 88.844.224 visualizzazioni ]
15/03/2012 7.51.32 - Articolo letto 3176 volte

Nando Irene, non solo cinema

Nando Irene Nando Irene
Media voti: Nando Irene, non solo cinema - Voti: 0
Debutto al Teatro Stabile di Potenza con uno spettacolo
Basilicata Nando Irene debutta domenica 18 Marzo al  prestigioso Teatro Stabile di Potenza con lo spettacolo "Storia del Diavolo del Soldato  e del Violino" Favola in musica in due parti con danze liberamente adattata dall’opera da camera L'Histoire du Soldat Musiche di Igor STRAVINSKIJ Testo di Ferdinand RAMUS Il personaggio impegnativo del diavolo (la vecchina,il mercante, il musicista) e' interpretato da Nando IRENE il soldato, Nicola NATALE il narratore e banditore Giuseppe SELVAGGI, la principessa Rosa ASMUNDO. i danzatori Daniela VITI, Melania MONTEMURRO, Annalisa GUERRICCHIO, Nicola BIANCO, Coreografie di,Diana VITI, adattamento, allestimento e regia di FRANCESCO BONANATA.
Sipario h: 21,00 ingresso libero con donazione all'ass. AlzheimerCaffè
Nando Irene lo ritroveremo ad Aprile nelle sale cinematografiche in due film: Operazione Vacanze di Claudio Fragasso e Il Sole Sorgera' di Andrea Manicone che lo vede tra i protagonisti insieme a Lorenzo Flaherty. Di recente ha contribuito alla nascita della Rete Cinema Basilicata, una sorta di associazione di categoria dei cineasti Lucani.

Nota dello spettacolo:
E’ il 1915 quando Stravinskij incontra Ramuz in Svizzera e ne nasce subito un sodalizio artistico. La prima guerra mondiale è appena iniziata: gli strateghi dicono che finirà nel giro di qualche mese…. Nel 1917, quando invece quella immensa follia umana pare proprio non finire mai, il sodalizio fra i due artisti produrrà l’Histoire du Soldat. La tragica e sarcastica vicenda del piccolo soldato, vittima predestinata di un diavolo astuto, nasce dall’amaro pessimismo di fronte ad un mondo che va a catafascio, non senza penose conseguenze per la situazione degli artisti. Le frontiere, come i teatri, sono chiuse; la Russia è troppo lontana e la Rivoluzione bolscevica ha procurato a Stravinskij non pochi problemi economici. Per il compositore e anche per tutti gli artisti dell’epoca non c’è possibilità di lavoro.
Ed allora perché non scrivere qualcosa di semplice, qualcosa che non esiga una gran sala ed un vasto pubblico? Perché non scrivere qualcosa che possa essere eseguita da pochi strumenti e da pochi attori? Se i teatri sono chiusi perché non scrivere qualcosa che possa essere allestita in qualsiasi posto, anche all’aperto? Perché non riportare in vita la tradizione dei teatri popolari girovaghi, da fiera? Stravinskij traduce a Ramuz, dal russo in francese, la favola del soldato. E’ una favola dell’antica tradizione popolare russa ma in quegli anni diventa di una attualità sconcertante. Due sono i temi fondamentali dell’opera. Il primo è quello del povero soldato, di tutte le epoche e di tutte le guerre, mandato a morire per ragioni che spesso non conosce nemmeno; quando non viene ucciso e ritorna a casa, si accorge di aver perso soprattutto i suoi antichi valori ed affetti e che per ironia della sorte viene alla fine beffato anche dal Diavolo.
Il secondo è quello antico di Faust che vende l’anima (il violino) per acquisire ricchezza e poteri ma che troppo tardi si accorge che il baratto non ha prodotto per niente la tanto sperata felicità. Troppo tardi ci si può rendere conto di aver dato ascolto a falsi imbonitori che promettono la ricchezza, il potere e la felicità ma che si rivelano, spesso troppo tardi, solo falsi venditori di beni effimeri.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi