home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.816.535 visualizzazioni ]
13/02/2012 12.20.14 - Articolo letto 3745 volte

La Basilicata al grande evento Wilde Salomè di Ichnos Network HD

Progetto Ichnos Network Italiano - conferenza stampa Progetto Ichnos Network Italiano - conferenza stampa
Media voti: La Basilicata al grande evento Wilde Salomè di Ichnos Network HD - Voti: 0
Il lucano Gaetano Russo è uno dei promotori dell'iniziativa. Francis Ford Coppola, testimonial di eccezione
di GIOVANNI MARTEMUCCI
Matera Il progetto “Ichnos Network HD” presentato ufficialmente alla Mostra del cinema di Venezia nel 2010 continua a crescere in uno degli eventi cinematografici più importanti del momento: Wilde Salomè di Al Pacino. La prima europea dell'ultimo capolavoro dell'attore italo-americano al San Carlo di Napoli sarà un evento mediatico senza precedenti. Wilde Salomè verrà, infatti, distribuito simultaneamente in 2500 sale digitali attraverso i networks legati ad Ichnos. Il lucano Gaetano Russo è uno dei promotori dell'iniziativa. L'idea di un circuito di sale digitali in Europa che funzioni come alternativa distributiva ai film fuori mercato si ispira ai nuovi esempi di Ethic Business e propone un modello gestionale che permette al produttore, distributore ed esercente di ottenere equamente costi e benefici, riducendo al minimo il cash flow senza cessione di diritti.  Il gruppo “Ichnos Network HD” nasce dal produttore e premio oscar Donald Ranvaud con la complicità e il contributo dell'attrice Marta Bifano, responsabile organizzativa, e dell'artista Gaetano Russo, direttore creativo e responsabile del progetto nelle regioni Basilicata, Calabria e insieme a Paolo de Cesare anche Puglia. Al progetto si uniscono figure  indispensabili e prestigiose come il regista Prospero Bentivenga e Valeria Ascione, sostenuti da un folto gruppo di addetti ai lavori che opera nel pubblico e nel privato.
Come Al Pacino, altre importanti personalità dell'industria cinematografica internazionale tra cui Wim Wenders, Ken Loach, Walter Saller e Fernando Solanas sostengono la “filosofia” Ichnos. Il festival di Venezia non solo ha battezzato nel 2010 la nascita di questo progetto distributivo alternativo. Nell'ultima edizione della mostra del Lido durante la conferenza stampa del film “Tierra sublevada II: Oro negro” di Solanas, anch'esso parte della viva e ricca library di Ichnos, è stato presentato unvideo-messaggio del testimonial d'eccezione  Francis Ford Coppola di sostegno ai teatri occupati, il Teatro Valle e l’ex Cinema Palazzo di Roma, che hanno proiettato dal 1 al 10 settembre una selezione di film denominata “Ichnos Venezia Giovani” che è stata successivamente presentatanelle università e nelle sale digitali italiane.
Quella di Ichnos non è soltanto un'idea visionaria poiché ottimizzare al massimo le potenzialità del digitale, dimezzando i costi e le distanze, ha un impatto sociale fortissimo grazie alle possibilità offerte alle piccole produzioni e al cinema indipendente di condividere spazi della comunicazione globale. Per quanto riguarda i contenuti, Ichnos annovera circa 5000 titoli, molti dei quali provengono da società di produzione internazionali quali Buena Onda, Wild Bunch, Filmsharks, Ondamax, Umedia e raccoglie anche moltissimi cortometraggi la cui visibilità sarebbe ridotta al circuito dei Festival e non raggiungerebbe un pubblico più vasto.
Gaetano Russo ha giustamente sottolineato che questa tecnologia non è solo più economica, ecosostenibile e capillare, ma permette di abbracciare differenti linguaggi oltre a quello cinematografico, creando interessanti sinergie tra arte contemporanea e audiovisivo. L'eventuale collaborazione di Ichnos con le regioni del Sud d'Italia favorirebbe l’implementazione di nuove sale digitali e la realizzazione di nuovi contenuti permettendo a  Basilicata, Puglia, Calabria e Campania di non essere il fanalino di coda di questa importante trasformazione tecnologica. Ichnos è un progetto multimediale e multi-piattaforma con la vocazione di costruire dei veri e propri centri di aggregazione sociale capaci di inserire le arti e la cultura al centro delle attività anche dei piccoli comuni, i quali potranno così inserirsi in una rete internazionale. L'ambizione di Gaetano Russo di inserire nelle maglie organizzative tutte le istituzioni locali pubbliche e private al fine di creare una rete, cercando, la dove è possibile, di contrastare la frammentarietà degli eventi culturali cinematografici e non, trova in Wilde Salomè un'occasione ideale.
Giovanni Martemucci



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi