home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.109.072 visualizzazioni ]
08/02/2012 12.11.06 - Articolo letto 2916 volte

Replica all'assessore Rocco Rivelli da MaterAzione

Salvatore Adduce e Rocco Rivelli Salvatore Adduce e Rocco Rivelli
Media voti: Replica all'assessore Rocco Rivelli da MaterAzione - Voti: 2
Di seguito la lettera del gruppo civico
Matera Il gruppo civico MaterAzione ha inviato una lettera di replica all'assessore comunale Rivelli per le sue esternazioni del 6 febbraio (Questione morale? Intervento dell’assessore Rocco Rivelli), in cui definisce strumentale e minimizza la sollevazione della questione morale per l'operato della giunta.
 Come gruppo organizzato di cittadini, abbiamo abbiamo sempre difeso gli interessi della comunità materana al di là dei singoli schieramenti di parte, da cui siamo indipendenti, e pertanto riteniamo l'uscita di Rivelli quanto meno infelice perchè anzichè prendere posizione netta di condanna dell'illegalità, lancia strali contro varie componenti della cittadinanza, ree a suo dire di usare la questione morale a fini politici.
Come gruppo organizzato di cittadini, indipendente da qualsiasi schieramento di parte e da mire lettorali, ci aspetteremmo dalla politica che dissipasse le pesanti ombre che aleggiano sull’operato di taluni esponenti, imputati di gravi reati, senza aspettare i lunghi tempi necessari alla magistratura per fare il suo corso.
 Pretendere dalla politica che ridia trasparenza all’operato della pubblica amministrazione, si assuma le responsabilità delle sue scelte e quindi segua un alto profilo morale, in un periodo di grande discredito della sua azione, a causa del succedersi simili accadimenti nonchè dall’aumento della corruzione (certificato anche dalla Corte dei Conti) non significa essere giacobini né giustizialisti.
Auspichiamo, pertanto, che le comunicazioni del sindaco al consiglio comunale del 10 febbraio, tengano conto della necessità di ripristinare la credibilità degli esponenti politici, seriamente offuscata. Di seguito il testo completo della lettera.
Cordiali saluti.
 
“Gentile Assessore,
desideriamo condividere con la cittadinanza di Matera la nostra profonda tristezza nel leggere il Suo comunicato. Stentiamo a credere a quanto le Sue affermazioni risultino distanti dalle aspirazioni che i cittadini hanno per la propria città e per la classe politica che la amministra.
Innanzitutto, mettiamo in risalto come non reggano le Sue accuse, indirizzate in maniera, peraltro del tutto sommaria, di ipocrisia, falsità gratuita e giustizialismo. Da cittadini comuni esigiamo 
che valori come onestà, giustizia e trasparenza vengano coltivati su tutto il territorio comunale, a cominciare proprio dalla classe politica. Ovvietà? Eppure Lei non si lascia sfuggire l’occasione di offrire una visione campanilistica della questione: nel momento in cui dice che il caso è stato montato al solo scopo di screditare la Giunta Adduce, dovrebbe considerare che il lettore è interessato esclusivamente al fatto che la città sia amministrata bene, e non ai teatrini di bassa lega tra una forza politica e un’altra. Di conseguenza, se Lei afferma l’indice di gradimento dell’odierna amministrazione è da allarme rosso, non è perchè c’è accanimento o acredine precostituita nei suoi confronti, bensì perchè chi è stato eletto, magari, deve cominciare ad assumersi qualche responsabilità nei confronti di chi l’ha eletto.
Cerchiamo di scendere nei particolari, per essere chiari: nessuno ha detto, come Lei vuole far credere, che ci sono condanne in via definitiva. In tal caso, infatti, la cittadinanza avrebbe tirato fuori tutta la sua fermezza nel pretendere dimissioni istantanee. Qui si sta semplicemente sottolineando il fatto che l’amministrazione comunale avrebbe potuto prendere provvedimenti in attesa di sentenza definitiva, allo scopo di tutelare e garantire al cittadino la massima trasparenza dell’apparato istituzionale (se Lei è stato cittadino comune come noi, sa benissimo che questo è un punto fermo per il cittadino comune). L’amministrazione, invece, in un recente caso, non solo non ha fatto questo, ma neanche ha preso una posizione netta quando è stato commesso un banale errore burocratico che ha impedito al Comune di costituirsi parte civile in quel processo. Al cospetto di tutto ciò, quando l’amministrazione riscontra una condanna così ferma da parte dell’elettorato, è obbligata a riflettere sulle proprie scelte e porsi come primo problema l’interesse del cittadino comune, piuttosto che fare quadrato attorno ai suoi collaboratori (i quali, ancorchè non amministratori, sembrano godere della sua incondizionata stima, rispetto all’interesse dei cittadini, con smentite politically correct di dubbia pertinenza).
In altre parole, se l’amministrazione ritiene di dover essere garantista, ci auguriamo che lo sia nei confronti dei cittadini, i quali, altrimenti, ne terranno conto nelle debite sedi.
Nell’occasione, Le porgiamo i nostri saluti.”




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi