home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 87.939.480 visualizzazioni ]
07/02/2012 22.19.15 - Articolo letto 6104 volte

Neve a Matera, la Provincia chiede lo stato di calamità

Neve a Matera - 07 febbraio 2012 Neve a Matera - 07 febbraio 2012
Media voti: Neve a Matera, la Provincia chiede lo stato di calamità - Voti: 0
La Regione monitora la situazione
Matera e provincia Dott. Vito DE FILIPPO
Presidente Regione Basilicata
Via Vincenzo Verrastro, 4
85100 POTENZA
Dott. Agatino MANCUSI
Assessore Infrastrutture e Mobilità Regione
Basilicata
Corso Garibaldi, 139
85100 POTENZA
E p.c. Dott. Luigi PIZZI
Prefetto di Matera
Via XX Settembre, 2
75100 MATERA

OGGETTO: Richiesta stato di calamità naturale
Egregio Sig. Presidente, Egregio Assessore,
ancora una volta il Materano si trova a un passo da una crisi globale e senza precedenti. Dopo i trascorsi eventi calamitosi che hanno messo in ginocchio tutto il territorio, decretando il fallimento di numerose aziende operanti nel comparto agricolo già duramente provato dalla crisi mondiale, con ulteriori gravi ripercussioni sul settore turistico, le copiose e abbondanti nevicate che stanno interessando la provincia da oltre 24 ore, in maniera ininterrotta, minacciano seriamente la ripresa dello sviluppo.
Per quanto attiene alle strade provinciali, numerosissime sono state le operazioni disposte ed effettuate sia con il personale e i mezzi dell’Ente, che ha assicurato il pronto intervento per fronteggiare lo stato di emergenza rendendo operativo il Piano neve già dalla giornata di sabato 4 febbraio ed emettendo l’ordinanza di obbligo di catene a bordo nella giornata di ieri 6 febbraio, sia ricorrendo a oltre 20 ditte esterne, il tutto con l’ausilio dei Vigili del Fuoco e delle forze dell’Ordine.

A fronte delle gravissime condizioni evidenziate sin qui, che hanno ulteriormente destabilizzato il territorio provinciale, questa  Amministrazione chiede alle SS.LL. l’immediato riconoscimento dello stato di calamità naturale oltre alla disponibilità di ulteriori risorse economiche utili a finanziare interventi di ripristino delle funzionalità delle opere pubbliche, strade ed edifici, danneggiate dai noti eventi. Al riguardo non si mancherà di fornire precise e puntuali relazioni tecniche che attestino l’entità e la tipologia dei danni  subiti. Ringrazio le SS.LL. per l’attenzione e per il cortese riscontro che vorranno fornire.


Maltempo: Da Regione monitoraggi e interventi su per emergenza neve
 
La prima parte dei lavori della giunta dedicati alla difficile situazione meteo. Protezione Civile attiva h24, strutture sanitarie mobilitate, sotto controllo campi e aziende. De Filippo in contatto col Prefetto Gabrielli
 
La Giunta Regionale che si è riunita oggi a Potenza ha dedicato tutta la prima parte dei propri lavori all’esame della situazione che si sta vivendo in Basilicata a causa delle copiose nevicate degli ultimi giorni.
Sulla questione hanno relazionato, per i rispettivi ambiti di competenza, l’assessore alle Infrastrutture e Protezione Civile Agatino Mancusi, quello alla Salute, Attilio Martorano, quello all’Agricoltura Rosa Mastrosimone e quello alle attività produttive Marcello Pittella.
Mancusi, in particolare, ha dato conto delle iniziative poste in essere per tenere la situazione sotto controllo e intervenire nelle situazioni di emergenza. “L’evolvere degli eventi – ha spiegato – viene monitorato costantemente dalla Sala Operativa della Protezione Civile che è attiva 24 ore su 24. In campo ci sono tutti i mezzi della stessa Protezione Civile, inclusi i volontari delle diverse associazioni per la cui opera esprimo un sentito apprezzamento. Grazie a questa convergenza di uomini e mezzi siamo riusciti ad intervenire sulle varie criticità che si sono manifestate e che riguardano in particolare, la rete viaria che si è bloccata per muri di neve ammassata dal vento e mezzi, specie quelli pesanti, finiti di traverso, e le aree rurali più isolate dove si stanno coordinando le operazioni per mantenere i contatti con tutti i residenti e, ove necessario, far giungere generi di conforto e soccorsi. Al momento – ha tuttavia concluso l’assessore – la situazione può dirsi sotto controllo nel senso che l’intensa opera che tutti stanno mettendo in campo, dalle prefetture alle forze dell’ordine, ha consentito di evitare situazioni drammatiche”.
Al lavoro, in particolare, ci sono 15 associazioni di Protezioni Civile che hanno schierato in campo i propri uomini e i propri mezzi. Coordinati dal dipartimento regionale, i volontari stanno in particolare adoperandosi per liberare dalla morsa della neve alcuni comuni che hanno chiesto soccorso (sia per le aree rurali che, in qualche caso, proprio per il centro urbano) sia per raggiungere automobilisti in panne e conducenti dei mezzi pesanti a cui la Prefettura ha ordinato di fermarsi nelle piazzole di sosta per non recare intralcio alla circolazione. A questi camionisti i volontari portano generi di conforto offrendo la disponibilità ad accompagnarli in luoghi più riparati. Limitate le difficoltà che si registrano sulla viabilità principale, mentre punti di crisi si sono verificati sulla viabilità provinciale secondaria. Limitati anche i casi di interruzione della fornitura di energia elettrica, per i quali si pianificano comunque interventi con generatori, ma dando comunque priorità agli interventi a salvaguardia dell’incolumità umana.  
Un valore strategico, in questo momento, lo hanno anche le strutture sanitarie che devono continuare a funzionare e garantire anche le maggiori necessità che l’ondata di maltempo fa manifestare. “L’'intero sistema sanitario regionale - ha spiegato l'assessore alla Salute Attilio Martorano - è impegnato in uno sforzo eccezionale per affrontare le notevoli difficoltà; e problematiche determinate dall'ondata di maltempo. Il Dipartimento alla Salute, in costante contatto con le direzioni strategiche delle aziende e con le Prefetture sta monitorando la situazione e sono diversi i provvedimenti necessari presi per fronteggiare l'emergenza. Mentre va ringraziato tutto il personale che, in molti casi trattenendosi anche oltre l’orario contrattuale, ha dato dimostrazione di dedizione e spirito di sacrificio in queste difficili circostanze, i direttori generali sono stati da me impegnati a verificare le eventuali carenze non giustificate”. Su indicazioni dello stesso Dipartimento, le Aziende sanitarie Asp e Asm hanno predisposto strutture di monitoraggio in contatto con le Prefetture, le Province, sindaci e forze dell’ordine per intervenire congiuntamente su eventuali emergenze.
Particolare attenzione c’è ai dializzati, che devono raggiungere i centri sanitari per effettuare le indispensabili terapie. Uno di questi pazienti di Ferrandina, ad esempio, è stato scortato dai Carabinieri fino alla Basentana e poi preso in carico dal 118, mentre in altri casi sono intervenuti i volontari della Protezione Civile. Ma più in generale gli ospedali hanno ricevuto disposizioni di garantire ai dializzati, perdurando l’emergenza neve, ospitalità anche per i due giorni di intervallo tra i trattamenti. Tutti i presidi ospedalieri, compresi quelli distrettuali, sono stati autorizzati in via eccezionale a fornire servizi di emergenza per i primi soccorsi e la stabilizzazione dei pazienti acuti. Inoltre nei paesi del Potentino, dove non è possibile garantire la continuità assistenziale, secondo quanto concordato con l’Asp, saranno i medici di medicina generale ad assicurare il servizio. I pazienti che hanno problemi di ossigeno potranno sono rifornirsi anche nelle farmacie oltre che presso le aziende fornitrici.
Sul fronte dell’agricoltura, ancora, l’assessore Rosa Mastrosimone ha comunicato di aver dato disposizioni per un monitoraggio costante. “Gli uffici – ha riferito ai colleghi di Giunta – stanno monitorando l’evolvere della situazione nelle diverse aree, tanto per predisporre, in collaborazione con gli altri dipartimenti, i necessari interventi qualora dovessero verificarsi emergenze, tanto per verificare l’esistenza di danni al comparto. A valle di questo monitoraggio si valuteranno le eventuali misure da mettere in campo”. E delle difficoltà delle aziende ha dato conto l’assessore alle Attività Produttive Marcello Pittella: “Il problema – ha detto – riguarda in particolare gli approvvigionamenti che in alcuni casi, venendo a mancare per le difficoltà del trasporto, costringono allo stop produttivo”.
Il Presidente Vito De Filippo, inoltre, per tramite del proprio Ufficio di Gabinetto, ha preso contatto con la Protezione Civile Nazionale per raccordare l’azione della Basilicata con quella delle altre realtà per una situazione di difficoltà che investe l’intero territorio nazionale. Al momento, pur nelle difficoltà, ciascuna Regione sta fronteggiando autonomamente l’emergenza (in particolare nessuna ha avanzato richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza al Governo) e nel pomeriggio il capo della protezione civile nazionale, prefetto Franco Gabrielli, sarà ricevuto dal presidente del Consiglio Mario Monti per definire una linea di azione per le prossime ore con un eventuale rafforzamento degli interventi di protezione civile.
“Restiamo costantemente al lavoro insieme al personale dei vari dipartimenti regionali – ha concluso il presidente Vito De Filippo – per essere sicuri di fronteggiare al meglio tutte le difficoltà che si dovessero manifestare. Devo dare atto ai lucani – ha aggiunto – che stanno affrontando la situazione con senso del dovere e di responsabilità, continuando a garantire il proprio apporto lavorativo per fronteggiare le difficoltà e limitando le richieste di emergenza ai soli casi di effettiva necessità. Grazie a tutti questi elementi la macchina per fronteggiare l’emergenza sta funzionando senza intoppi”.

Emergenza neve, il sindaco Adduce invita ancora a non usare le auto
L’osservanza di larga parte dei cittadini dell’invito lanciato dal sindaco di Matera, Salvatore Adduce, a ridurre quanto più possibile l’uso dei mezzi privati ed a usare i mezzi pubblici messi a disposizione gratuitamente dall’Amministrazione comunale, ha consentito per tutta la giornata di oggi di avere le strade libere e di ridurre al massimo i disagi della circolazione.
Ma l’emergenza non è ancora finita. Il sindaco, pertanto, nel ringraziare i cittadini per l’alto senso civico dimostrato, rinnova l’invito a non usare le auto anche per la giornata di domani e ricorda che anche le corse del servizio di trasporto pubblico locale saranno gratuite anche domani, 8 febbraio.

 




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi