home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 87.912.951 visualizzazioni ]
24/01/2012 15.57.57 - Articolo letto 5783 volte

Proteste e blocchi stradali anche a Matera

Proteste e blocchi stradali a Matera sulla strada per Altamura - 24 gennaio 2012 (foto Gianni Cellura) Proteste e blocchi stradali a Matera sulla strada per Altamura - 24 gennaio 2012 (foto Gianni Cellura)
Proteste e blocchi stradali a Matera sulla strada per Altamura - 24 gennaio 2012 Proteste e blocchi stradali a Matera sulla strada per Altamura - 24 gennaio 2012
Proteste e blocchi stradali a Matera sulla strada per Altamura - 24 gennaio 2012 Proteste e blocchi stradali a Matera sulla strada per Altamura - 24 gennaio 2012
Proteste e blocchi stradali a Matera sulla strada per Altamura - 24 gennaio 2012 Proteste e blocchi stradali a Matera sulla strada per Altamura - 24 gennaio 2012
Media voti: Proteste e blocchi stradali anche a Matera - Voti: 4
Gli autotrasportatori non si fermano
di GIANNI CELLURA
Matera E' partito ieri lo sciopero degli autotrasportatori che, almeno in linea temporale riprende le grandi proteste messe in atto in Sicilia negli ultimi giorni. Sono giorni movimentati in tutta Italia. Risulta infatti che nelle città italiane più grandi ci siano diverse manifestazioni, portate avanti non solo da autotrasportatori,  ma anche da tassisti e disoccupati, sintomo questo, che il malcontento delle varie categorie sociali che aderiscono si inasprisce sempre di più.
In queste ore si stanno formando degli assembramenti anche agli ingressi di Matera Nord e per l'esattezza all'uscita di Matera in direzione di Altamura e all'incrocio della discesa di San Vito. Nel tratto di strada di contrada La Vaglia si procede a senso di marcia alternato.
Pare che questi focolai di protesta siano completamente spontanei e che le ragioni per cui manifestano siano il caro gasolio e l'aumento dei pedaggi autostradali. Certamente a seguito di questi blocchi, in città, è diventato ormai quasi impossibile fare rifornimento di carburante; Molti distributori hanno terminato l'erogazione a causa dello stop degli approvvigionamenti.
Stesso discorso anche per i beni alimentari, i prodotti non sono più distribuiti nei supermercati e di conseguenza la grande affluenza della gente nei market sta portando all'esaurimento delle scorte alimentari.

Gianni Cellura



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




SUGGERIMENTI IMPORTANTISSIMI
Il 24/01/2012, il_capitano ha scritto :
Comunicato DEL PRESIDENTE  COORDINATORE

Trasmissione a  mezzo uff.stampasanatoria@libero.it

Noi del Blog  SANATORIA INPS (sede BELLUNO)abbiamo fatto nostro questo documento ritenendolo di qualificato significato per lo  STATO , le PMI ed i CONTRIBUENTI

MANIFESTO “ LIBERA l’IMPRESA ”

MANOVRA PER LO SVILUPPO A COSTO ZERO

Premessa

La Crescita è il sinonimo della Produzione, la Produzione è il sinonimo di Creazione di Reddito, Creazione di Reddito è il sinonimo di PIL, PIL è il sinonimo di abbassamento del DEBITO PUBBLICO, ma tutti questi SINONIMI resteranno tali se non si passerà agli investimenti nella PRODUZIONE. Adottare un sistema di RISANAMENTO o RISTRUTTURAZIONE del DEBITO del SISTEMA PRODUTTIVO attraverso l’adozione dei proponimenti ed i valori evidenziati nella PdL n°3804 che in sintesi si elencano nella seconda parte di questo documento , potrebbe essere l’Elemento Qualificante della Ripresa Economica e Produttiva.

 

CARTA D’IDENTITA’ DEL DEBITO. (CASISTICHE )

  • L’assenza di norme STRUTTURALI, le quali obbligano e regolamentano il rapporto dare -avere o come committente – esecutore, diventano elementi penalizzanti delle REDDITUALITA’ e degli ADEMPIMENTI.
  • L’inefficienza del sistema GIUSTIZIA CIVILE non consente di  poter  RECUPERARE i CREDITI da PRODUZIONE .
  • Le Pubbliche Amministrazioni non PAGANO i Fornitori e gli Operatori nei tempi derivanti dai CONTRATTI tra le parti .
  • Il PATTO DI STABILITA’ lo hanno dovuto sopportare i BILANCI delle AZIENDE.
  • Ed ancora , come se non bastasse , l’impossibilita di essere regolari per ottenere il  DURC (documento unico di regolarità contributiva) vietando così la possibilità di LAVORARE.
  • AMMINISTRAZIONI PRIVATE senza stato di RESPONSABILITA’ con gli OPERATORI alla MERCE’ di RICATTATORI sistemi COMPORTAMENTALI
  • Come se non bastasse, EQUITALIA con un sistema Sanzionatorio, frutto di Norme di derivazione Parlamentare, la quale crea  pregiudizio per ottenere linee di CREDITO e difficoltà di RIENTRARE DALLO STATO DEBITORIO DICHIARATO E’ NON EVASO.
  • Non ultimo il binomio DIRITTO – DOVERE che dovrebbe essere determinato dall’efficienza delle LEGGI delle TUTELE ma che non trova nelle stesse il parallelismo necessario per la pariteticità del risultato e del rapporto.  Alcune , non TUTTE le CAUSE.

QUESTO NON E' UN CONDONO, MA UN PROGETTO PER LO SVILUPPO

I punti QUALIFICANTI della PdL n° 3804

Vantaggi per il CONTRIBUENTE

  • Pagamento dello stato originario del Debito
    • Eliminazione delle Sanzioni , Interessi ed Aggi
    • Pagamento del 10% di sopratasse sul Debito Originario
    • Ripresa della possibilità di poter accedere alle Linee di Credito (oggi impossibile  per il perdurare dello stato delle pregiudiziali inibitorie, è  causa di USURA).
    • Ripresa della produzione con costituzione di nuova redditualità Riassunzione delle figure qualificanti l’attività (dipendenti)
    • Recupero del Contribuente del suo Valore Sociale e Morale

 

VANTAGGI PER LO STATO

  • Recupero del 90% dello stato di credito vantato in tempi ragionevoli con l’immediatezza di introitare capitali senza che l’Ente preposto alla riscossione e di conseguenza anche lo Stato fossero  gravati da spese e procedure     ( in 20 anni non più del 50% oggi la media del recupero del pregresso si aggira intorno al 2,5% su base annua )
  • Recupero del 10% come stato sanzionatorio
  • Risparmio degli importi da sostenere  per finanziare gli Ammortizzatori Sociali (CIG e DISOCCUPAZIONE, MOBILITA’ (mediamente lo Stato ne finanzia il triennio di legge)
  • Ripresa Economica per la nuova Redditualità del Sistema Produttivo
  • Ripresa dei Consumi e Beni Strumentali quindi con ripresa dell’industria manifatturiera pari a quella generata dalla Legge 449 sulle ristrutturazioni
  • Introito IVA sui consumi e acquisti
  • Ripresa del Mercato Interno dal quale  è risultante il 75% del PIL
  • Assenza di cancellazioni e fallimenti delle Imprese
  • Le imprese che si cancellano dagli elenchi camerali diventano Lavoratori in Nero perché con l’eventuale assunzione rischierebbero il 1/5 dello stipendio
  • Le cancellazioni diventano l’iscrizione di nuova azienda con la quale operare per togliere i debiti della precedente attività , conseguenza che dopo tre anni va in crisi la nuova attività
  • I punti qualificanti di questa proposta interessano il 75% delle partite IVA , con particolare incidenza in quelle con Storia e con Dipendenti.  

REGOLAMENTO di DIFFERENZIALE APPLICATIVO

  • IL 10% per importi dichiarati
  • IL 20% per importi derivanti  DA EVASIONE ACCERTATA ed ACCLARATA.

Documento Elaborato da Giovanni Bevacqua

Coordinatore Nazionale Gruppi di Proposta  e Presidente Regionale Calabria  Confartigianato Edilizia

Eventuale  contatto 366 3017413 337 871541 0961 794426



 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi