home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.032.670 visualizzazioni ]
08/01/2012 13.59.25 - Articolo letto 3910 volte

Tassa di soggiorno, iniziativa insensata

Adriano Pedicini Adriano Pedicini
Media voti: Tassa di soggiorno, iniziativa insensata - Voti: 0
Nota di Adriano Pedicini
Matera "Per anni si è contestato il turismo del mordi e fuggi,- dichiara Adriano Pedicini del PDL - oggi con l’introduzione della tassa di soggiorno, lo si vuole promuovere istituzionalmente, il vero vantaggio lo otterranno le competitive strutture ricettive della murgia pugliese. Questa amministrazione sembra non accorgersi delle difficoltà, fa di tutto per deprimere ancor di più l’economia della città, persino quella di un settore, quello turistico alberghiero, rimasto unico baluardo a  difesa dell’occupazione, della salvaguardia dei redditi di tanti materani. In commissione bilancio, con una proposta di delibera si vuole fare entrare a pieno titolo nella fiscalità municipale, “la tassa di soggiorno” quella che trova i suoi ambiti di convenienza nelle città d’arte, lì dove il turismo non teme contraccolpi o grandi crisi, città con milioni di turisti l’anno; lì dove si fa selezione turistica. Nella nostra città, nel 2011, sono stati poco più di 100.000 le presenze di coloro che hanno dormito sotto le volte dei nostri alberghi. Numeri in crescita, un trend positivo che si registra da qualche anno in costante incremento di oltre il 10%. La politica cittadina con la manovra che presenta, prevede di incassare poco più di 300.000 €, cifra modesta, di poco conto ma di notevole impatto mentale e morale per chi la subisce: turisti e operatori del settore. In forza della normativa dello scorso anno, che da la facoltà ai comuni di adottare l’imposta, (quindi non vi è alcun obbligo), non si perde tempo a far cassa per coprire le spese folli ed inutili, di stipendi, e capricci, ai quali questa amministrazione non sembra voler rinunciare. Nonostante le associazioni di categoria, ascoltate nella commissione consiliare, abbiano espresso pareri del tutto negativi, dichiarandosi fermamente contrari, a tale imposta sembra non si voglia rinunciare. Il PDL si opporrà tenacemente all’istituzione della tassa di soggiorno nella città di Matera, questa non va nella direzione della crescita turistica. Appare ovvio che nella fase di sviluppo del settore ricettivo, questa tassa giunge inopportuna; sia da considerare moralmente odiosa; depressiva, non solo per gli addetti ai lavori ma ancor di più per l’indotto del settore turistico. Ciò che si toglie a chi soggiorna, (non è poco, si parte da 5 € procapite, per gli alberghi di lusso per giungere ai 2 € per le strutture meno stellate), non verrà speso negli esercizi economici della città. A questo va aggiunta l’attuale visione economica che si delinea verso la recessione, si prevede sicuramente una fisiologica flessione dei flussi turistici in conseguenza di una perdita reddituale. La speranza è affidata, quantomeno, ad un incremento del turismo derivante dall’interno del paese, di chi non si allontana molto dal suo territorio: a costoro verrà rivolta l’imposta. Conoscitori del territorio che non perderebbero molto tempo a scegliere strutture ricettive della più competitiva ed attraente Puglia, per poi fare la solita puntatina materana. Perderemmo quel minimo di competitività oggi conquistato con fatica. Appare ovvio anche, che il turista a tali prelievi fiscali si aspetti veder corrispondere un miglioramento dei servizi, visibili nel breve periodo, diversamente il senso dell’imposta perderebbe la sua giustificazione, diverrebbe la solita ripugnante ed abusata tassa. Ed in proposito, si rifletta sull’immagine della città, alle entrate in Matera, ai servizi che si offrono, all’accoglienza, all’insieme del precario che c’è. Il modello Roma, Firenze, Venezia non ha nulla a che fare con la nostra città, non può essere emulato. Con questa proposta si vuole rappresentare un modello ed un progetto completamente opposto, che disincentiva il turismo che lo allontana, che avrà l’unico effetto di interrompere un ciclo positivo appena abbozzato. Matera la città del “giro e via”, ha iniziato a mutare la sua immagine, chi governa trovi idee e soluzioni, senza replicare modelli che trovano valide logiche altrove; non è questa l’idea, così si vuol fare solo cassa, c’è bisogno di incentivare la permanenza nelle strutture ricettive per più di una notte, non porre le condizioni seppur minime di contrarre il settore. Le politiche di marketing turistico in una città che offre tanto, per il suo territorio, la sua storia, i suoi musei, per il fascino che merita, può trovare la giusta e considerazione; diamo al turista quello che le grandi città tolgono. "



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi