home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 88.840.318 visualizzazioni ]
11/12/2011 16.07.07 - Articolo letto 3737 volte

Togliere la patrimoniale ai pensionati

Sciopero generale CGIL CISL UIL -  12 dicembre 2011 Sciopero generale CGIL CISL UIL - 12 dicembre 2011
Media voti: Togliere la patrimoniale ai pensionati - Voti: 0
Sciopero generale CGIL CISL UIL
Matera "Lo SPI-CGIL di Matera aveva salutato positivamente l’uscita di scena di Berlusconi, riponendo grandi speranze sul Governo Monti.
 
Le dichiarazioni di Monti ai due rami del Parlamento secondo cui egli avrebbe improntato l’azione del suo Governo a criteri di rigore, equità e crescita, per contrastare la gravissima crisi del paese, avevano fatto pensare ad una discontinuità con il passato.
 
Invece la manovra correttiva varata nei giorni scorsi ha fatto constatare con amarezza, per l’ennesima volta, che il carico dei provvedimenti vengono scaricati sulle spalle dei pensionati e dei pensionandi.
 
Continuare ad accanirsi, anche da parte del governo Monti, sulla parte più fragile economicamente del Paese, non solo è inaccettabile moralmente ma finisce per rendere più debole l’intero paese ed innesca un processo regressivo dalla ricadute pesantissime.
 
Il blocco della rivalutazione delle pensioni, sopra i 960 euro lorde al mese, per il biennio 2012/2013, si configura come una patrimoniale pesante applicata ai pensionati poveri, già duramente provati dai provvedimenti precedenti del governo Berlusconi.
 
La misura è tanto più odiosa poiché la somma riveniente dalla mancata rivalutazione non sarà mai più recuperata dai pensionati interessati.
 
Il Ministro del lavoro, in conferenza stampa, nel momento in cui doveva affrontare l’argomento, è stata travolta dalla commozione che le ha impedito di spiegare i contenuti del provvedimento.
 
Se il Ministro ha pianto, vuol dire che si è di fronte ad una scelta talmente forte che poteva e doveva essere evitata.
 
Se a questo si aggiunge la crescita del prezzo del carburante dovuto all’aumento dell’accise, l’aumento di un paio di punti dell’IVA dal secondo semestre 2012, la reintroduzione dell’ICI sulla prima casa, l’aumento dei prezzi dei prodotti di prima necessità, si comprende come la condizione dei pensionati è destinata a diventare proibitiva.
 
Quindi, nelle misure varate dal Governo, non esiste alcuna traccia di equità né tantomeno di crescita.
 
Non sfugge certamente allo SPI-CGIL la condizione del Paese e la necessità di chiamare tutti i cittadini ad uno sforzo collettivo, naturalmente partendo da quelli che, all’ombra della crisi, si sono arricchiti mentre l’Italia stava precipitando.
 
Lo SPI CGIL rivendica una contestualità tra le esigenze di chiedere sacrifici ai cittadini insieme all’introduzione di elementi forti di sviluppo per creare le condizioni di occupazione e lavoro garantito per le giovani generazioni.
 
Inoltre lo SPI CGIL chiede di alzare la soglia della rivalutazione delle pensioni oltre i 2000 euro lordi e di trasformare il blocco permanente della rivalutazione per le pensioni superiori ad un prelievo di scopo che si esaurisce nel biennio 2012/2013; di aumentare la franchigia per la reintroduzione dell’ICI su prima casa che mette al riparo lavoratori e pensionati che hanno reddito e abitazioni modesti; di istituire un fondo finalizzato ai giovani disoccupati; di rendere meno traumatico l’innalzamento dell’età pensionabile per i lavoratori precoci della classe 1952.
 
Anticipare al 2016 il pensionamento delle donne nel settore privato, rappresenta un salto nel buio per milioni di donne, mentre andrebbe articolato nel tempo l’innalzamento dell’età e contemporaneamente costruire una rete efficiente di servizi che renda possibile la permanenza al lavoro più a lungo coniugando i tempi di lavoro coi tempi di cura della famiglia.
 
Lo SPI CGIL di Matera, coerentemente colla piattaforma di CGIL CISL UIL, alla base dello sciopero generale del 12 dicembre 2011, per recuperare risorse maggiori da chi le detiene, chiede:
 
v  l’introduzione di una patrimoniale sulle grandi ricchezze mobiliari e immobiliari;
v  la lotta serrata all’evasione fiscale e contributiva;
v  la lotta per l’emersione del lavoro nero;
v  la tassazione più alta sui capitali scudati;
v  la vendita delle frequenze televisive;
v  la tassazione dei capitali collocati in Svizzera, come già avviene per altri paesi europei;
v  l’abbassamento della soglia di tracciabilità a 300 euro.
 
Lo SPI-CGIL si batterà con determinazione per modificare radicalmente una manovra iniqua.
 
I pensionati della provincia di Matera parteciperanno, come sempre, con convinzione allo sciopero generale proclamato unitariamente, dopo 6 anni, da CGIL CISL e UIL.
 
Lo SPI CGIL di Matera proseguirà, dopo lo sciopero, con una campagna di informazione e di mobilitazione che durerà fino a quando non saranno ottenuti risultati corposi di modifica del segno della manovra."
 
"Le Segreterie Provinciali di CGIL CISL UIL di Matera comunicano che in occasione dello sciopero generale proclamato unitariamente per il giorno 12 dicembre p.v. (3 ore) avrà luogo, davanti alla Prefettura di Matera, un presidio organizzato da CGIL CISL UIL di Matera, insieme alle loro categorie, per protestare contro  la manovra finanziaria che non ha segni di equità ma che scarica i suoi effetti negativi solo sui soliti noti, pensionati e lavoratori.
 
La non indicizzazione per le pensioni basse è una tassa sulla povertà, l’anzianità a 40 anni diventa impraticabile e provoca gli effetti di sottrazione di un diritto e di destabilizzazione del mercato del lavoro.
 
IMU, IVA, aumento ADDIZIONALI IRPEF regionale e comunale, incremento accise, spostano sui soliti noti gran parte delle entrate per la tassazione.
 
Sull’evasione fiscale poi la manovra è molto debole.
 
Per queste ragioni CGIL CISL UIL di Matera saranno in piazza scioperando e con un presidio di protesta il 12 dicembre p.v. davanti alla prefettura di MATERA dalle ore 11 alle ore 14.
 
Si chiede a S.E. il Prefetto di Matera di essere ricevuti durante lo svolgimento del presidio per illustrare le nostre ragioni, proposte e posizioni."



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi