home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.093.956 visualizzazioni ]
02/11/2011 18.16.35 - Articolo letto 5065 volte

Consorzio di bonifica di Bradano e Metaponto: misure urgenti per rilanciare l'ente

Diga - energia idroelettrica Diga - energia idroelettrica
Media voti: Consorzio di bonifica di Bradano e Metaponto: misure urgenti per rilanciare l'ente - Voti: 0
Al presidente Carriero diciamo " Svegliati"
Matera Le  segreterie aziendali di Flai Cgil, Fai Cisl e Filbi Uil del Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto, ancora una volta, sono costrette a denunciare l’annosa situazione dell’Ente,  relativamente alle problematiche da anni denunciate e mai risolte, con il beneplacito della Regione Basilicata, che annuncia provvedimenti ed atti che puntualmente disattende. Uno per tutti ricordiamo il comunicato stampa dell’ex assessore all’agricoltura, Vincenzo Viti, confermato dal presidente della Giunta regionale Vito De filippo  che nel maggio 2009 annunciavano l’approvazione della Legge per il riordino degli Enti regionali in agricoltura compreso il riordino dei Consorzi di bonifica di Basilicata.  L'arrivo del nuovo Assessore al ramo, Vilma Mazzocco, seguendo la scia dei sui predecessori Fierro, Falotico e Viti annunciava riforme importanti e l’approvazione della Legge di riordino dei Consorzi in Basilicata, ma ad oggi nulla di concreto è stato fatto. A tal proposito ricordiamo gli impegni presi sempre dall'assessore Mazzocco alla presenza di numerosi consiglieri regionali di maggioranza e di opposizione, in data 5 ottobre 2010 l’assemblea dei lavoratori del Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto, tenutasi in occasione della protesta manifestata  presso la sede della Regione Basilicata, con cui lo stesso assessore si impegnava a risolvere le annose problematiche dell’ente, garantendo la sua presenza presso la sede del Consorzio nei giorni a seguire,  cosa mai avvenuta.  Così come non si sono effettuati i promessi incontri da parte dello stesso sulle problematiche specifiche riguardanti il Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto, al fine di dare risposte concrete alla paralisi gestionale che lo attanaglia. Ricordiamo infatti che l’Ente è scoperto della figura del direttore generale ormai da numerosi anni; che attualmente tutti i servizi sono affidati alla reggenza ad interim di un solo dirigente; che molti uffici sono chiusi con conseguente disservizio all' utenza; che il personale impiegato è lasciato nel totale abbandono; che l’attuale gestione assume le sembianze di una gestione di tipo " padronale",  con puntuale disattesa degli obblighi contrattuali; che il personale operaio è ridotto al lumicino; che nonostante gli sforzi del personale, i servizi, in tale situazione, non corrispondono alle aspettative dell’utenza e ben sappiamo il ruolo fondamentale che il Consorzio ricopre per prevenire gli allagamenti e straripamenti a seguito delle alluvioni;  che nonostante le promesse fatte nel tempo da parte sia dell'amministrazione consortile che da parte della Regione Basilicata, a tutt’oggi, in presenza di una reale esigenza, le unità avventizie non sono state ancora stabilizzate, con grave ripercussione sulla gestione del territorio in cui opera l'ente. Inoltre le proteste dei lavoratori precari intraprese nel febbraio 2011 e sospese in segno di solidarietà nei confronti degli agricoltori alluvionati del 1 marzo 2011, anche  a seguito delle assicurazioni assunte dal presidente dell’ente, Angelo Carriero, circa la stabilizzazione di una parte di detto personale, ad oggi non hanno trovato soluzione. Ancora oggi l'amministrazione Carriero, nonostante le numerose richieste di incontro avanzate da  Fai Cisl, Flai Cgil e Filbi Uil, di sollecitare  i provvedimenti deliberativi atti alla stabilizzazione del personale precario, non  ha ancora dato la propria disponibilità. Ricordiamo che i dipendenti continuano a vivere una situazione drammatica ed incerta essendo costretti a combattere ogni mese per ottenere il dovuto stipendio; che la debitoria complessiva ammonta a circa 15 milioni di euro e  senza un piano di rientro plausibile ci porta direttamente al fallimento. Logicamente tale situazione complessiva non permette di mettere in atto attività di programmazione e progettazione, anche in presenza di numerose opportunità di finanziamento per adeguare e migliorare le strutture ormai obsolete di cui il Consorzio dispone, evidenziamo inoltre che il 31 dicembre 2010 la Regione Basilicata ha di fatto restituito alla Comunità Europea circa 12 milioni di euro destinati ai Consorzi di Bonifica di Basilicata, per mancanza di progettualità. 
Per tutte queste motivazioni come organizzazioni sindacali ci chiediamo e denunciamo se l’atteggiamento di totale indifferenza ad affrontare con rapidità le problematiche sopra esposte da parte sia  dell’amministrazione consortile che dalla Regione Basilicata  è determinato, da una  "regia occulta" atta a svuotare l’ente, dalle prerogative per cui è nato ed ha negli anni prodotto una florida economia dell’intera Regione Basilicata". In conclusione le tre sigle sindacali aziendali concludono con una provocatoria esortazione nei confronti di chi da anni è alla guida del Consorzio. "Svegliati presidente Carriero anche se in  regime di illegittima prorogazio, ed assumi con urgenza i provvedimenti che si rendono vitali per l’ente".   I 170 lavoratori del Consorzio - fanno sapere ancora i sindacati - lotteranno con tutte le loro forze e non si arrenderanno mai in questa battaglia, affinché  questo Ente continui a chiamarsi Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto. Pertanto Fai Cisl, Flai Cgil e Filbi Uil, convocano per il giorno 8 Novembre 2011 l'assemblea generale per discutere di queste argomentazioni. 




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi