home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 94.114.221 visualizzazioni ]
02/11/2011 13.20.48 - Articolo letto 3593 volte

Il rinnovamento della classe dirigente lucana

Presentazione del bozzetto del Carro della Bruna 2011 Presentazione del bozzetto del Carro della Bruna 2011
Media voti: Il rinnovamento della classe dirigente lucana - Voti: 0
La nota critica di Francesco Vespe
Matera "Il dibattito sulla mancanza di una adeguata classe dirigente ha imperversato sia sulle pagine di quotidiani nazionali (leggasi un editoriale sul Corsera di quest’estate) e sia sui quotidiani locali. Prima però di costruire un’opinione sulla faccenda, occorre definire che cosa si intende per classe dirigente. Per Classe dirigente si intende quella categoria che si distingue per capacità, cultura e competenze e che si dimostra nelle condizioni di guidare un organismo, un settore un’attività di interesse collettivo in qualsiasi  disciplina od ambito. Esiste una classe dirigente se essa è in grado di fornire “guide” per orientare un popolo. Chi scrive va ripetendo ormai fino alla noia che il guaio del nostro paese non è la mancanza di “guide”. Guide in giro esistono eccome! Il vero problema è che esse non sono messe nelle condizioni di pilotare alcunché. Sono ibernate, bloccate, addirittura perseguitate, a volte rozzamente molestate ed irrise fino all’umiliazione . Ci sono scuole di pensiero che invece, illudendosi di vivere in una società liberale, fra i quali si annoverano illustri personalità come Rossi Doria, credono che comunque una classe dirigente riesce in qualche modo ad emergere. Niente di più falso! Basti pensare alla Germania pre-bellica hitleriana che, pur vantando una classe dirigente formidabile che primeggiava in tutte le discipline, riuscì a farsi del male affidandosi alla rozza ignoranza di un imbianchino austriaco senza ne arte e ne parte e senza una palla! Quella classe dirigente effettivamente esplose ma fuori dai confini tedeschi tanto da determinare la fine  stessa del III  Raich. Uno dei pochi vantaggi della Democrazia  è quella di allargare la platea dalla quale selezionare la classe dirigente. Un esempio per tutti è stato  l’imbarazzante  spessore morale e culturale dei regnanti dei Savoia dell’Italia monarchica rispetto a quello di gran lunga di più elevate qualità dei presidenti dell’era repubblicana. Certo oggi assistiamo ad un degrado delle democrazie occidentali  che si sono autocondannate a selezionare una classe dirigente modulata sulla base del consenso facile da conseguire con abbondanti dosi di populismo  e generose spruzzate di demagogia assecondando gli istinti più miopi e “bestiali “ dell’elettorato. Ma ciò è dovuto proprio alla mancanza di una classe dirigente e, di conseguenza, di progetti autorevoli. Insomma il solito gatto che si morde la coda. Infine il ruolo dei “vecchi” della politica. In una ormai leggendaria intervista fatta dall’ineffabile Leporace ad un nostro illustre scrittore (Di Consoli ?!) si è coniata una suggestiva teoria. Dopo aver consumato parte dell’intervista a beatificare il duo Cannizzaro-Genovese (chiodo fisso ormai del noto direttore e vero obiettivo dell’intervista), ha lanciato la fantasmagorica idea di affidare ai vecchi il rinnovamento della nostra terra. Come se se a ridurci in queste condizioni sono stati i marziani o forze anonime come favoleggia Bubbico. In una società normale che si pone efficacemente il proposito di rinnovare la classe dirigente, i vecchi smettono di “giocare” per allenare e formare le nuove leve. Invece assistiamo a vecchi che non solo dettano la “formazione” ma si auto-proclamano titolari inamovibili in politica. L’unica azione forte e rivoluzionaria che oggi i vecchi possono compiere invece è quello di fare un passo indietro nell’azione e dedicarsi alla trasmissione di saperi ed esperienze ai giovani. Non abbiamo giovani liberi e forti oggi (ma li abbiamo!) perché è scomparsa la saggezza degli anni. Oggi la scena è popolata solo da capricciosi canuti  bambinetti che pornograficamente si auto propongono ad oltranza."
 
Francesco Vespe



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi