home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.027.220 visualizzazioni ]
07/10/2011 14.45.30 - Articolo letto 4558 volte

Quarta farmacia, sportello unico per edilizia e casa famiglia a Policoro

Comune di Policoro (foto SassiLand) Comune di Policoro (foto SassiLand)
Media voti: Quarta farmacia, sportello unico per edilizia e casa famiglia a Policoro - Voti: 0
Le decisioni prese nell'ultimo consiglio comunale
Policoro Istituzione quarta farmacia a Policoro
"Il Consiglio comunale riunitosi giovedì 6 ottobre alle 18:00 ha votato l’ordine del giorno sull’atto di indirizzo del regolamento sulla quarta farmacia comunale. L’assessore Cosimo Ierone ha parlato di traguardo importante per tutta la città dopo anni di battaglie politiche e amministrative. Successivamente il sindaco ha spiegato che sorgerà nella zona Lido di Policoro per dare servizi, oggi sforniti, a quell’area della città molto popolosa e nell’excursus delle vicende ha spiegato che la normativa nazionale consente esclusivamente la gestione in house, senza la possibilità di coinvolgere i privati, e nello stesso tempo vige il divieto di creare aziende speciali. Successivamente la Giunta si riserva di approvare il regolamento per la gestione della stessa. La consigliera di minoranza, Livia Lauria (Pdl), nel suo intervento ha ringraziato l’ex amministratore Rocco Leone per l’impegno profuso per la causa della quarta farmacia, sostenendo però il voto contrario non sulla sua istituzione ma sulle modalità di approvazione del regolamento che deve passare per il Consiglio e non dall’Esecutivo. Sulla stessa scia Beatrice Di Brizio (Pd), Mario Vigorito (Udc) e Franco Labriola (Pd). L’emendamento di Lauria è stato bocciato. Viceversa è stato votato quello suggerito dal consigliere di minoranza Antonio Di Sanza (Pd) e fatto proprio da Otello Marsano (Dc), con il quale il regolamento sarà approvato dalla Giunta sentita la commissione competente. Sulla sua utilità economica Di Sanza ha avanzato delle perplessità affermando come non ci siano certezze sui margini degli utili. Anche Fabiano Montesano (Pd) ha avanzato i suoi dubbi sul ritorno economico per l’Ente di questo investimento e sulle modalità di assunzione del personale e gestione. Infine ha chiuso il sindaco Nicola Lopatriello, secondo il quale le farmacie sono attività con utili operativi lordi elevati con possibilità di reinvestire i guadagni in attività pubbliche sociali e dunque un investimento in attivo. Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere Otello Marsano."

Sportello unico dell'edilizia
"Il Consiglio comunale riunitosi giovedì 6 ottobre alle 18:00 ha votato l’ordine del giorno sull’atto di indirizzo del regolamento sulla quarta farmacia comunale. L’assessore Cosimo Ierone ha parlato di traguardo importante per tutta la città dopo anni di battaglie politiche e amministrative. Successivamente il sindaco ha spiegato che sorgerà nella zona Lido di Policoro per dare servizi, oggi sforniti, a quell’area della città molto popolosa e nell’excursus delle vicende ha spiegato che la normativa nazionale consente esclusivamente la gestione in house, senza la possibilità di coinvolgere i privati, e nello stesso tempo vige il divieto di creare aziende speciali. Successivamente la Giunta si riserva di approvare il regolamento per la gestione della stessa. La consigliera di minoranza, Livia Lauria (Pdl), nel suo intervento ha ringraziato l’ex amministratore Rocco Leone per l’impegno profuso per la causa della quarta farmacia, sostenendo però il voto contrario non sulla sua istituzione ma sulle modalità di approvazione del regolamento che deve passare per il Consiglio e non dall’Esecutivo. Sulla stessa scia Beatrice Di Brizio (Pd), Mario Vigorito (Udc) e Franco Labriola (Pd). L’emendamento di Lauria è stato bocciato. Viceversa è stato votato quello suggerito dal consigliere di minoranza Antonio Di Sanza (Pd) e fatto proprio da Otello Marsano (Dc), con il quale il regolamento sarà approvato dalla Giunta sentita la commissione competente. Sulla sua utilità economica Di Sanza ha avanzato delle perplessità affermando come non ci siano certezze sui margini degli utili. Anche Fabiano Montesano (Pd) ha avanzato i suoi dubbi sul ritorno economico per l’Ente di questo investimento e sulle modalità di assunzione del personale e gestione. Infine ha chiuso il sindaco Nicola Lopatriello, secondo il quale le farmacie sono attività con utili operativi lordi elevati con possibilità di reinvestire i guadagni in attività pubbliche sociali e dunque un investimento in attivo. Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere Otello Marsano."

Casa famiglia per diversamente abili “Dopo di noi”.
Tra i dieci punti all’ordine del giorno del Consiglio comunale di giovedì c’è stato l’approvazione del progetto preliminare per la costruzione in via Umbria a Policoro di una casa famiglia per diversamente abili “Dopo di noi”. L’assessore ai Lavori pubblici, Nicola Viola, ha spiegato che la casa accoglienza servirà agli utenti, dieci, per distaccarsi dal nucleo familiare e cercare di essere autonomi ed integrarsi più facilmente nella società. L’importo complessivo del finanziamento richiesto è 650 mila euro e rientra nei progetti regionali Pois (Piano dell’offerta integrata dei servizi alla persona). La consigliera di opposizione Livia Lauria (Pdl) ha ricordato che il progetto è stato ideato e portato avanti dall’ex vice sindaco Rocco Leone, ed ha invitato la maggioranza a spendere i soldi dell’eventuale finanziamento con oculatezza. Il consigliere Antonio Di Sanza ha espresso le sue perplessità relativamente all’ubicazione della casa famiglia per utenti con disturbi psichici nei pressi di un asilo nido, aggiungendo come tale scelta non sia opportuna. La maggioranza ha votato a favore, la minoranza si è astenuta con cinque voti, mentre c’è stato il voto contrario di Mario Vigorito (Udc). All’unanimità, tranne la consigliera Lauria (Pdl), è stato approvato l’ordine del giorno sull’estensione del regolamento per il rimborso delle spese legali dai dipendenti ai dirigenti e amministratori che siano stati assolti con formula piena in procedimenti giurisdizionali. I consiglieri Otello Marsano (Dc) e Fabiano Montesano (Pd), il primo di maggioranza e il secondo di minoranza, hanno osservato che si tratta di un regolamento di civiltà giuridica che consente agli amministratori di lavorare con serenità nell’espletamento del loro ruolo e sana situazioni del passato non regolamentate. La consigliera Livia Lauria aveva proposto una modifica, rigettata, della clausola comune di gradimento dell’Ente sul legale scelto dalla difesa per evitare la discrezionalità politica nel rimborso delle spese per le cause vinte dalla difesa. Invece con il solo voto della maggioranza c’è stato il via libera del Consiglio sull’istituzione della quinta commissione consiliare Affari generali. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Callà, nell’illustrare l’ordine del giorno ha affermato che tale commissione serve per aprire spazi di democrazia, stemperare i toni tra minoranza e maggioranza ed instaurare un dialogo costruttivo tra le forze politiche presenti in aula, anche con le riunioni propedeutiche dei capigruppo prima di ogni seduta del Consiglio. La minoranza nelle persone di Livia Lauria (Pdl) e Beatrice Di Brizio (Pd) hanno replicato che le commissioni così come sono state concepite non servono perché mai convocate da un anno circa e dunque non c’è la necessità di crearne una ex novo. Luigi Spano (Città nuova), consigliere di maggioranza, nel suo intervento ha sottolineato che l’attività delle commissioni si è bloccata per i nuovi assetti politici determinati e che ora con il consolidamento del quadro politico devono ritornare a funzionare perché utili alla causa della città. Sono state discusse anche alcune interrogazioni. In due di queste la consigliera di minoranza Livia Lauria ha interrogato l’assessore ai Lavori pubblici, Nicola Viola, sui fondi stanziati di 500 mila euro per i lavori pubblici nella zona Artigianale e come mai la parcella del professionista incarico sia lievitata da 27 mila e 46 mila euro. Viola ha risposto che i lavori sono ripartiti dopo la presentazione della variante agli stessi, e che essi termineranno, salvo contrattempi tecnici, entro dicembre 2011. Nella seconda, sempre Lauria, ha chiesto come mai il rondò di collegamento tra viale Salerno e via Massimo D’Azeglio è rimasto incompiuto e come mai le opere di urbanizzazione nel comparto adiacente non siano state effettuate. Viola ha replicato che i lavori del rondò ripartiranno entro una quindici di giorni; mentre Vincenzo Di Cosola ha evidenziato che per le urbanizzazioni il Comune deve prima diventare proprietario dell’area, oggi di privati e sottoposti ad ipoteca. E’ stata discussa anche una terza interrogazione di Mario Vigorito sul comparto C2/3 e relative urbanizzazioni. Mentre due interrogazioni di Angelo Porsia (Pdl) non sono state discusse per assenza dell’interrogante.






Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi