home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.263.562 visualizzazioni ]
23/08/2011 16.52.27 - Articolo letto 4284 volte

Comune di Matera: la maggioranza è compatta

Conferenza stampa sul Forum della pace - 2 maggio 2011 Conferenza stampa sul Forum della pace - 2 maggio 2011
Media voti: Comune di Matera: la maggioranza è compatta - Voti: 0
Totale condivisione prossimi impegni programmatici nella gestione rifiuti
Matera Totale condivisione sui contenuti e sul metodo proposti a tutti i consiglieri di maggioranza dal sindaco di Matera, Salvatore Adduce, nel documento programmatico consegnato il 14 agosto. E’ quanto è emerso ieri nel corso della riunione svoltasi in municipio. Inevitabile, in considerazione dei recentissimi fatti di cronaca, che la riunione abbia a lungo discusso delle vicende legate al sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Tutti i consiglieri della maggioranza hanno condiviso le preoccupazioni di Adduce e dell’Assessore all’ambiente, Giuseppe Falcone esortandoli ad andare avanti nelle politiche di rigore e di riorganizzazione del servizio per renderlo più efficiente ed economicamente sostenibile. Adduce ha ringraziato per le numerose testimonianze di solidarietà registrate da parte del mondo politico ed istituzionale.
I consiglieri hanno, poi, condiviso le priorità che saranno messe in campo con la ripresa dell’attività amministrativa, dal Piano urbano della mobilità, al Regolamento urbanistico al piano strategico, al piano strutturale. Tutti strumenti già in avanzata fase di definizione.
Ad aprire la riunione il sindaco Adduce che ha rimarcato “la necessità di rafforzare ulteriormente l’azione amministrativa con il pieno coinvolgimento dei consiglieri comunali che devono ritrovare un nuovo protagonismo non solo nella fase di condivisione, ma anche di attuazione dell’importante lavoro che ci attende”.
Adduce, che ha convocato la riunione già prima di ferragosto per accelerare scelte e attuazione dei programmi, si è soffermato, soprattutto sulle prossime scadenze finanziarie. “Abbiamo calcolato – ha sottolineato il sindaco, che con la manovra 2010 del Governo nazionale nel bilancio comunale per il 2012 saremo costretti a un taglio di oltre 5 milioni di euro. A questo pesantissimo taglio di trasferimenti dovremo sicuramente aggiungere i tagli, ancora più pesanti, della recente manovra anticrisi del Governo nazionale che provocherà un disastro finanziario in tutti i comuni, anche quelli più virtuosi. Dovremo, pertanto, già da oggi prepararci a una manovra molto delicata per tentare di tenere insieme equilibrio di bilancio e qualità dei servizi, nel mentre siamo impegnati nella candidatura della città a capitale europea della cultura 2019”.
Nel corso dell’ampio e approfondito dibattito tutti i consiglieri della maggioranza hanno espresso apprezzamenti per il lavoro e lo sforzo messo in campo dal sindaco e dalla Giunta comunale assicurando la massima condivisione, armonia, partecipazione ed impegno per il raggiungimento degli obiettivi contenuti nel documento.
 
Ecco il documento programmatico

"Carissima, carissimo,
nei 15 mesi d’intenso lavoro amministrativo dall’inizio del nostro mandato abbiamo messo in campo molte iniziative e progetti. E’ utile, a questo punto, aggiornare l’elenco dei tanti progetti che abbiamo messo in cantiere in questa prima parte del nostro mandato elettorale.
 
Come potrete notare continuando nella lettura di questo documento, in poco più di un anno abbiamo praticamente “aperto” la discussione su molteplici questioni, alcune di più lunga prospettiva , altre non meno importanti che insieme disegneranno il futuro della città.
 
Occorre adesso rendere partecipe in modo più intenso la maggioranza consiliare stabilendo una più puntuale metodologia di lavoro e di coinvolgimento.
 
E’ del tutto evidente che per svolgere a pieno il suo impegnativo ruolo la maggioranza ha bisogno anche di un meccanismo che preveda la compiuta e corretta conoscenza degli argomenti, ma anche di poter contare sulla necessaria fiducia reciproca rispetto al lavoro, alle elaborazioni ed agli avanzamenti che ogni tema porta con se.
 
I provvedimenti che il governo nazionale ha adottato l’altro giorno per riequilibrare i conti dello Stato determinano, inevitabilmente, per tutti gli enti locali e, quindi, anche per il nostro Comune un ulteriore pesantissimo aggravio. Questo impone maggior rigore nella gestione del bilancio comunale ed il rispetto dei tempi dettati dalle procedure, in particolare approvando il bilancio di previsione 2012 entro il 31 dicembre 2011.
 
Entro la fine del mese di agosto, dovremo tutti insieme fare una riflessione complessiva che riguarderà il riequilibrio di bilancio, i debiti fuori bilancio, il piano triennale delle opere pubbliche, l’assestamento ed il bilancio di previsione per il 2012 tenendo conto, in quest’ultimo caso, che occorrerà tagliare molte spese e decidere se accelerare il passaggio dalla Tarsu alla Tia (vale a dire la trasformazione della tassa in tariffa) per coprire l’intero costo di gestione dei rifiuti e l’eventuale l’applicazione della tassa di soggiorno così come sta avvenendo per molti altri comuni, piccoli e grandi. Tutto ciò a prescindere dall’esito del decreto del governo che anticipa al 2012 l’introduzione dell’IMU.
 
I prossimi mesi saranno importanti anche per questioni che attengono la programmazione di lungo periodo. In particolare, il Piano urbano della mobilità (Pum) consegnato nel mese di luglio, dovrà essere adottato in Giunta, pubblicato per 60 giorni per consentire le eventuali osservazioni, e quindi approvato in Consiglio comunale previa discussione in commissione.
 
Per il Regolamento urbanistico (Ru) occorre procedere alla discussione sia in maggioranza che in commissione nel mentre è in corso la perizia geologica propedeutica alla convocazione della conferenza di pianificazione preventiva all’adozione da parte del Consiglio comunale. Contemporaneamente saranno portate a conclusione le attività programmatorie di edilizia sociale (piano casa, edilizia sovvenzionata, agevolata, e convenzionata).
 
Riguardo al Piano strutturale è già possibile andare in Consiglio comunale per prendere atto del quadro conoscitivo adottato dalla Giunta oltre un anno fa e pubblicato. Nei prossimi giorni il prof. Properzi consegnerà il documento preliminare di “Scoping” che andrà adottato dalla Giunta e trasmesso alla Regione per avviare la procedura di Vas. Pertanto, i due documenti (Quadro conoscitivo e documento preliminare) potranno essere licenziati entro la fine di settembre.
 
Quanto al Piano strategico è stata riavviata la trattativa con i progettisti (coordinati dal prof. Karrer) per aggiornare il documento consegnato a dicembre 2009 alla luce delle importanti novità intervenute fra le quali i Pisus, la candidatura di Matera 2019, i Piot. Una volta concordate le modalità dell’aggiornamento bisognerà confrontarsi sui contenuti per arrivare all’adozione del documento definitivo all’inizio del prossimo anno.
 
Il Piano di Gestione del Sito Unesco, già adottato dalla Giunta, dovrà essere presentato al pubblico nel prossimo autunno per poi arrivare in Consiglio comunale.
 
Questi strumenti della programmazione si intrecciano inevitabilmente con la sfida che abbiamo lanciato di candidare Matera a capitale europea della Cultura 2019.
 
E’ evidente che questa sfida può e deve determinare una grande opportunità non solo per il traguardo che si intende raggiungere, ma anche per disegnare un nuovo orizzonte di sviluppo, per creare nuove occasioni di crescita e di lavoro e per migliorare i servizi rendendoli più efficaci e più efficienti.
 
A partire, ad esempio, da una nuova strategia per la gestione dei rifiuti (pulizia, raccolta differenziata e suo ampliamento, discarica) che deve restare un’assoluta priorità per dare una risposta concreta sia alla città che ai rioni Sassi. Così come sarà indispensabile guardare all’ammodernamento dei servizi pubblici (trasporti, parcheggi, strutture sportive, gestione dell’illuminazione, dei cimiteri e delle aree verdi) come a una grande opportunità di efficienza, ma anche di rilancio dell’economia finalizzata a creare nuovi posti di lavoro.
 
La candidatura di Matera a Capitale europea della Cultura ci deve aiutare tra l’altro a rafforzare la nostra responsabilità in materia di organizzazione del centro storico, dalla zona a traffico limitato, al decoro, all’arredo urbano, alla segnaletica che devono essere armonizzati con la vocazione turistica della città.
 
Anche per questa ragione vorremmo spostare il mercato del sabato. Abbiamo aperto un forum sul nostro sito internet e nei prossimi giorni diffonderemo un questionario proprio al mercato del sabato raccogliendo le indicazioni dei cittadini per condividere il più possibile la scelta del nuovo sito.
 
Anche la mobilità urbana si intreccia con l’aspirazione di Matera capitale europea della cultura. E raccogliendo le indicazioni del Pum occorrerà subito mettere mano all’asse tra via Annunziatella e la caserma dei Vigili del fuoco per organizzarla meglio, agli ingressi di Matera, a partire da via La Martella, all’asse commerciale Matera – Venusio con lo sblocco dei comparti e migliorando la viabilità. Altrettanto importanti sono i servizi alla persona che, in un tempo così complesso come quello che stiamo vivendo, devono trovare un rinnovato e straordinario impegno dell’Amministrazione comunale e della nostra maggioranza per assicurare efficienza nell’assistenza degli anziani e dei più deboli, degli extracomunitari, e degli asili nido. In questo contesto occorre accompagnare la crescita delle associazioni impegnate sul territorio assicurando loro servizi comunali quali, per esempio, una sede dove poter operare.
 
In questo articolato programma di iniziative avviate e che vogliamo portare a compimento in tempi rapidi ha un ruolo centrale il Programma integrato di sviluppo sostenibile. Nelle scorse settimane abbiamo sottoscritto l’accordo con il presidente della Regione, Vito De Filippo, recuperando ritardi dovuti alle precedenti gestioni. Il Pisus è il cuore finanziario della candidatura Matera 2019 perché ci consente di attrezzare al meglio Matera quale città  dell’accoglienza, della cultura, del turismo. Dovremo, pertanto, organizzare gli uffici comunali per rispettare i tempi di progettazione e realizzazione delle opere in un quadro di totale trasparenza.
 
Una parte importante del Pisus riguarderà i bandi per gli aiuti alle imprese attraverso i quali dovremo garantire la gestione dei contenitori culturali (visitor center, castello Tramontano, ecc..), e del tempo libero (aree verdi, impianti sportivi, ecc…). Con il Pisus abbiamo finanziato un primo stralcio del futuro museo demoetnoantropologico il cui piano di fattibilità è stato consegnato nei mesi scorsi e dovrà trovare un momento di partecipazione pubblica. Il primo stralcio del museo sarà utile anche per comprendere le potenzialità dell’intera iniziativa e individuare un percorso di sostenibilità finanziaria per il completamento e la gestione. Sempre nella logica di disegnare opportunità per nuove iniziative imprenditoriali occorrerà intervenire per sbloccare l’assegnazione di immobili in subconcessione nei rioni Sassi attraverso bandi pubblici in applicazione dell’art.19 del regolamento. A corollario di questo ricco e impegnativo programma di attività va data una risposta a questioni non meno importanti quali, a solo titolo di esempio, il recupero oneri delle aree Peep, la rimozione dell’amianto dalle abitazioni di oltre 200 famiglie per le quali mi sono visto costretto ad emanare apposita ordinanza, il tema della valorizzazione del patrimonio comunale, i balconi di Spine Bianche, l’avvio del progetto Matera città Narrata, il completamento della riorganizzazione degli uffici comunali, etc.
 
Carissima, carissimo
come vedi l’attività è talmente intensa e corposa che occorre rinvigorire in tempi rapidi tutti insieme il modello organizzativo e di partecipazione (rapporti tra sindaco, giunta, commissioni, gruppi politici, maggioranza) che metta ciascuno nella condizione di migliore consapevolezza tale da assegnare ad ognuno il giusto ruolo nelle decisioni che andremo ad assumere.
 
Per queste ragioni ti auguro un buon ferragosto e ti do appuntamento a lunedì 22 agosto – ore 18,00 presso la sala Giunta per discutere di tutte le questioni che riguardano la città e per definire un vero e proprio crono programma che scandisca atti amministrativi, iniziative pubbliche e quant’altro.
Con affetto.
Salvatore Adduce"




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi