home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.285.621 visualizzazioni ]
21/08/2011 20.32.10 - Articolo letto 3812 volte

Attentato in discarica: le reazioni

Raccolta rifiuti - discarica Raccolta rifiuti - discarica
Media voti: Attentato in discarica: le reazioni - Voti: 0
Unità e determinazione contro le intimidazioni.
di GIANNI CELLURA
Matera Partito Democratico
L’attentato della notte scorsa alla discarica de La Martella non può essere semplicemente archiviato come un atto di vandalismo generico, bensì va considerato come una vera e propria intimidazione nei confronti dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità materana. L’attacco colpisce un settore sensibile come quello dei rifiuti e ha tutto il sapore di un’ennesima azione di sabotaggio. Il Partito Democratico di Matera nel riconoscere gli sforzi che si stanno effettuando nel settore dei rifiuti attraverso una serie di provvedimenti atti a garantire alla città un servizio più efficiente e puntuale, condanna unitariamente e fermamente l’episodio della notte scorsa. Ribadisce inoltre il proprio incondizionato sostegno all’operato dell’amministrazione tutta confidando, insieme al Sindaco Salvatore Adduce, nel lavoro congiunto di tutta la comunità per contrastare in maniera unitaria episodi del genere.

MANCUSI - Danneggiamenti alla discarica di Matera: La politica sia unita contro ogni resistenza al cambiamento.
“L’atto di vandalismo compiuto questa notte ai danni del comune di Matera ben può essere qualificato quale atto estremo contro la modernizzazione e la innovazione, che va contrastato senza incertezze”. E’ quanto ha dichiarato il vice Presidente della Giunta ed Assessore all’Ambiente della Regione Basilicata Agatino Mancusi a seguito della distruzione della cabina elettrica presso l’impianto di compostaggio della discarica del Borgo La Martella a Matera. “Il Comune di Matera - ha proseguito l’Assessore all’Ambiente - sta compiendo uno straordinario sforzo per contribuire ad una corretta gestione del ciclo dei rifiuti, in perfetta sintonia con le politiche regionali. Per tali ragioni occorre che in questo momento la Regione sia ancora più vicina all’Amministrazione Comunale, al Sindaco Adduce ed all’intera città di Matera per dimostrare che le sane politiche riformiste, messe in campo ad esclusivo vantaggio dei cittadini, vincano contro ogni  resistenza al cambiamento. E’ in questi momenti, così difficili, che la politica deve accantonare le divisioni e le contrapposizioni per lottare insieme contro ogni potenziale  atto di intimidazione alla corretta gestione della cosa pubblica che, come si registra a Matera, si manifestano in diversi modi e forme”.
 
UDC-Danneggiamenti alla discarica di Matera: Solidarietà all’Amministrazione Comunale ed alla città
Le  segreterie regionale e provinciale di Matera dell’Unione di Centro esprimono grande preoccupazione per quanto accaduto questa notte ai danni della città di Matera. I danneggiamenti all’impianto di compostaggio del Borgo La Martella denotano un intollerabile livello di resistenza al cambiamento, qualificabile anche come intimidatorio, al quale occorre reagire unitariamente, politica e società, per consentire che legalità e trasparenza prendano definitivamente posto in un settore, quello della gestione dei rifiuti, che nel passato ha registrato risultati alquanto insoddisfacenti per la comunità materana.  L’UDC ritiene di esprimere piena e convinta solidarietà all’Amministrazione Comunale ed al Sindaco Salvatore Adduce che, per primo, aveva denunciato pubblicamente anche le attività di boicottaggio al servizio di raccolta rifiuti della città. Condividiamo la sua volontà di andare avanti nel processo di modernizzazione dell’intero ciclo di raccolta e smaltimento dei rifiuti, come condividiamo, altresì,  la sua richiesta di convocazione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza affinché gli atti vandalici e/o intimidatori fin qui registrati non possano ripetersi. L’Unione di Centro ritiene necessaria, in questo momento, maggiore unità e coesione del  centrosinistra e, in tal senso, si adopererà affinché questo rinnovato spirito contamini tutte le forze responsabili, a cominciare da quelle presenti in Consiglio Comunale a Matera.

ALBA e RUBINO (PD): Danneggiamenti alla discarica di Matera: Solidarietà, unità e determinazione contro le intimidazioni.
 A seguito dell’atto intimidatorio subito dal Comune di Matera con il danneggiamento della cabina elettrica dell’impianto di compostaggio del Borgo La Martella, il Presidente del gruppo consiliare del Partito Democratico in Consiglio Comunale –Carmine Alba – ed il Presidente della Commissione Consiliare Ambiente –Angelo Rubino- hanno rilasciato la seguente dichiarazione:
 
“Occorre unire le forze e sconfiggere senza tentennamenti i tentativi di intimidire l’azione che l’Amministrazione, il Sindaco Adduce e l’Assessore Falcone in primis, sta compiendo per risolvere il ventennale problema del sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Solidarietà, unità e determinazione –hanno dichiarato i due esponenti del PD- sono le parole d’ordine che devono spingere l’intera città a non recedere neanche di un millimetro dall’attività riformatrice messa in atto in questi quindici mesi di amministrazione. Condividiamo la richiesta di convocazione al Prefetto da parte del Sindaco del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza. I segnali intimidatori denunciati dallo stesso Sindaco Adduce e concretizzatisi oggi con questo grave attentato, devono indurre tutti ad alzare la guardia e collaborare con l’Amministrazione per fare in modo che tali episodi non si ripetano più. I responsabili –concludono Alba e Rubino- vanno individuati e perseguiti”.

Bubbico sull'attentato
L'incursione notturna nel sito dell'impianto di trattamento dei rifiuti solidi urbani in localitàLa Martella rappresenta un gesto sul quale va fatta immediatamente chiarezza perchèsi inserisce nel contesto di una vera e propria sequenza di episodi di sabotaggio. Lo afferma il sen. Filippo Bubbico, che non appena ha appreso la notizia dell'attentato, ha immediatamente chiamato il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, per esprimergli solidarietàe ferma condanna per il vile gesto intimidatorio.
L'Amministrazione comunale di Matera - continua Bubbico- sta portando avanti un progetto di riorganizzazione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani per renderlo piùefficace ed efficiente. Forse queste scelte coraggiose che hanno l'unica finalitàdi rendere piùpulita la cittàdanno fastidio a qualcuno. Occorre, pertanto, conclude Bubbico, che tutta la comunità, come giàaccaduto per altre circostanza, possa reagire con fermezza per chiarire tutta la vicenda ed impedire che questi gesti possano ripetersi. Per queste ragioni va subito convocato il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica in modo da individuare i colpevoli di questi gesti.

Brunella Massenzio
La presidente del Consiglio comunale di Matera, Brunella Massenzio, esprime "ferma condanna nei confronti del vile attentato dell'altra notte nel sito dell'impianto di trattamento dei rifiuti solidi urbani in località La Martella. "L'Amministrazione comunale di Matera è fortemente impegnata in un lavoro difficile e complesso di riorganizzazione del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti per renderlo più efficiente senza incidere sulle tasche dei cittadini. E invece, a quanto pare, c'è chi è impegnato a boicottare questo lavoro sporcando la città in ogni angolo e arrivando persino a commettere reati di una gravità assoluta come quello dell'altra notte. Dietro tutto questo c'è una regia unica che va spezzata rapidamente. Ora - conclude Massenzio - la città, a partire dal Consiglio comunale, deve reagire con fermezza per evitare che ogni sforzo fatto nell'interesse generale della comunità, possa essere messo in discussione dal gesto di qualche criminale".

ADICONSUM, ATTENTATO ALLA DISCARICA DI LA MARTELLA  OCCORRE UN IMPEGNO SINERGICO
 
L’Adiconsum Cisl Provinciale esprime solidarietà all’Amministrazione Comunale di Matera e ritiene che occorre fare chiarezza sull’attentato alla discarica di La Martella per ridare tranquillità alla comunità locale.
 
“Non sappiamo se si tratta di un attentato isolato o meno  – ha affermato Marina Festa, Segretaria Provinciale dell’Adiconsum – saranno le indagini a dircelo, ma non bisogna abbassare la guardia contro le speculazioni e contro, eventuali, infiltrazioni della criminalità organizzata”.
 
“Su questo terreno – ha continuato Marina Festa – occorre un impegno sinergico da parte di tutte le forze politiche e sociali, comprese le Associazioni dei Consumatori,  fino ad ora escluse da un confronto con l’Amministrazione Comunale sulla gestione dei rifiuti e della raccolta differenziata,  anche per non lasciare da sole le Forze dell’ordine e la Magistratura a combattere le illegalità”

Ing. Fabio Mazzilli (PDL) su attentato alla discarica di Matera
“È necessario esprimere la più ferma condanna dei gravi fatti accaduti in città, culminati alcune notti fa con i danni alla discarica di La Martella, e ritengo che il senso della razionalità, del perseguimento della verità, e della moderazione dei giudizi debba sempre prevalere, anche in politica, specie in presenza di eventi gravi come quello accaduto”. Commenta così il Consigliere del PDL Fabio Mazzilli quanto accaduto alcuni giorni fa, con la discarica comunale fatta oggetto di furti e devastazioni, nonché i commenti che ne sono seguiti.
“Non sappiamo se alcuni dei gravi ed incivili comportamenti rilevati nei giorni scorsi, con l’abbandono di rifiuti ingombranti in molti angoli della città, specie del centro storico, possa avere attinenza con quanto, di estremamente grave, accaduto alla discarica; saranno le indagini ad appurare tutto questo, tuttavia non possiamo sottacere la nostra preoccupazione di fronte alla ricostruzione dei fatti delle stesse forze dell’ordine che non escludono l’ipotesi di “raid vandalico a scopo di ritorsione e sabotaggio, piuttosto che di un semplice furto”, anche in relazione al fatto che sia stata posta in essere, quasi in via prioritaria, un’opera di danneggiamento quale quella alla centrale elettrica,il tutto legato temporalmente ai fatti, ed alle relative proteste degli ultimi giorni”.
“È necessario distinguere su diversi piani gli atti vandalici e di intimidazione, quali quelli accaduti alla discarica e non solo e posti in opera con precisa premeditazione, con i consueti episodi di inciviltà specie nel conferimento dei rifiuti con i quali, non da oggi, siamo costretti a convivere. Per entrambi i piani, tuttavia, è la politica che deve dare risposte. Con la coesione tra le forze istituzionali, le forze dell’ordine e la società civile nel primo caso, con un serio lavoro da mettere in campo in Consiglio Comunale, anche in raccordo con Provincia e Regione, nel secondo”.
“È innegabile, infatti, che l’intero ciclo dei rifiuti va profondamente rifondato, e la Delibera di C.C. n° 45 del 16 giugno scorso ha dato l’avvio a questo processo; è necessario ora discutere tutti insieme, perché il tema rappresenta un pilastro della vita amministrativa e sociale, specie nelle realtà locali, per il quale va registrato ed accolto il contributo di tutti nel decidere quali siano le migliori scelte da operare. La gestione del ciclo dei rifiuti, infatti, presuppone scelte che hanno forte impatto sociale, e solo scelte il più possibile condivise, sia all’interno delle amministrazioni politico-istituzionali e sia con le forze sociali, possono evitare fenomeni di rivolta, come quelli che spesso avvengono nella vicina Campania, e portare alla effettiva soluzione del problema”.
“Peraltro, se una città è pulita o sporca è elemento che viene immediatamente percepito, sia dai residenti che dai tanti turisti che giungono nella nostra città, e pertanto è quanto mai indispensabile –  e sono certo che il Sindaco è assolutamente consapevole di questo – effettuare una rapida ricognizione per verificare l’effettivo rispetto degli obblighi contrattualmente assunti dalla ditta appaltatrice del servizio di raccolta, atteso che – conclude Mazzilli – troppo spesso giungono proteste e segnalazioni circa la sporcizia, purtroppo presente in città, lamentele che sono un chiaro segnale di malessere che ognuno di noi verifica quotidianamente”.


Vito Lupo - Comp. Segreteria Prov. Pd Matera
Sul grave episodio accaduto l’altra notte presso la discarica di Matera va fatta piena luce con la massima urgenza. Spetta alla magistratura e alle forze dell’ordine verificare se si tratta di un episodio isolato o se ci sono forze che si oppongono in stile mafioso ed intimidatorio alla politica del cambiamento e delle riforme che il Sindaco Adduce e l’Amministrazione stanno portando avanti principalmente nel delicato settore dei rifiuti urbani.
 
Adesso è il momento della responsabilità! Non è più il tempo delle divisioni e delle strumentalizzazioni, da qualunque parte esse arrivino.
In questo momento maggioranza ed opposizione devono evitare di abbandonarsi allo sciacallaggio politico con il solo intento di apparire sulla stampa utilizzando, come purtroppo spesso è avvenuto,  motivazioni pretestuose e strumentali e ricercando sponda e sostegno reciproco con azioni che si richiamano alla politica più becera.
 
Il vile attentato alla discarica di Matera ha arrecato notevoli danni economici al Comune e certamente gli effetti negativi peseranno sulla comunità. E per questo destano grande sconcerto le dichiarazioni del Consigliere Comunale Adriano Pedicini che a nome del PDL e a semplici fini di battaglia politica ha derubricato il gravissimo attentato contro il Comune di Matera come un fatto ordinario e da sempre tollerato, definendo “ciclici” i furti di ruspe e i danneggiamenti all’impianto di compostaggio e attribuendo a semplici “ladruncoli” la responsabilità del gesto.
 
In questi difficili momenti sono la coesione e la compattezza delle forze politiche e della società civile i valori che devono emergere chiari senza alcuna distinzione di colore politico; spiace constatare invece che il PDL con le farneticanti esternazioni del Consigliere Pedicini non sappia distinguere  il termine “mafia”, da lui utilizzato, dai termini “metodi di natura mafiosa”, come invece fatto dal Sindaco Adduce.
 
Se atti così gravi sono stati tollerati in passato, quindi anche da Pedicini e dal PDL quando sono stati maggioranza in città, devo dedurre che c’è connivenza, e non posso crederlo, oppure colpevole sottovalutazione del fenomeno. Certamente tali esponenti dell’opposizione prestano il fianco a polemiche che non aiutano a risolvere i problemi ma li aggravano facendo da megafono a quanti resistono alla politica attuata dal Sindaco improntata al rigore e alla trasparenza nonché alla riorganizzazione dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
 
Forse il Consigliere Pedicini vuol coprire qualcuno? Se il modo di fare opposizione del PDL è quello utilizzato in questi giorni da Pedicini, ne deriva che il gruppo dirigente di tale Partito sia alla frutta; io ritengo che lo sciacallaggio delle affermazioni del Consigliere, pur gettando una intollerabile ombra sull’intero PDL, non rispecchia la grande serietà e responsabilità di tale partito.
 
Credo altresì che il grave attentato debba indurre tutti noi ad alzare la guardia senza scadere in sterili polemiche e a collaborare con l’Amministrazione nel rispetto delle singole prerogative e senza confusione di ruoli in modo che tali episodi non si ripetano più.
 
Sono certo che il Sindaco Adduce, con il sostegno già manifestato dal Segretario regionale del PD Roberto Speranza e da quello di Circolo Simonetta Guarini, continuerà ad avere al suo fianco l’intero Partito e tutte le forze che lavorano nell’interesse della comunità materana."
 
                                                                             

 
 



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi