home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.029.779 visualizzazioni ]
24/05/2011 9.44.53 - Articolo letto 3809 volte

Braia: improcrastinabile la firma dell’accordo di programma con il MISE

Divano Divano
LUCA BRAIA LUCA BRAIA
Media voti: Braia: improcrastinabile la firma dell’accordo di programma con il MISE - Voti: 0
Intervento del Consigliere regionale del pd
Basilicata La riunione tenutasi oggi al Dipartimento Attività Produttive alla presenza dei Parlamentari lucani sen. Antezza, Bubbico, Chiurazzi e Latronico,  i rappresentanti sindacali, le associazioni di categoria e Consiglieri regionali di maggioranza ed opposizione,  oltre a rappresentare un modo per fare il punto della situazione su una vertenza che ancora oggi riguarda 2.500 unità di lavoro ancora in piena  attività, che però si sta prolungando “instancabilmente” da troppi anni, è diventata  l’occasione  per ritrovare quella comunione di intenti e quel  linguaggio comune da utilizzare per cio’ che potrebbe essere l’ultima fase di una trattativa che, per tempi e contenuti, potremmo definirla, senza temi di smentita, una “farsa senza fine”:avviatasi oltre 5 anni fa con la firma di un protocollo di intesa da parte dell’allora ministro Scajola con  l’obbiettivo di rilanciare il polo del mobile imbottito dell’area murgiana compreso tra le province di Matera, Bari e Taranto, l’accordo si è rivelato sino ad oggi un grandioso “bluff”,  non ricevendo la disponibilità di un solo EURO .
Da quel lontano 19 Marzo del 2006, a distanza di 5 anni  la “travatura” produttiva risulta assai negativa e i numeri sono inconfutabili:  da 510 imprese e 14.500 dipendenti si è  passati a 150 imprese e 5 mila dipendenti mentre la cassa integrazione ordinaria straordinaria o nei pressi della disoccupazione(mobilità) ha raggiunto quota 3000.
Ora che, finalmente, anche la  Regione Puglia ed il suo governatore Nichi Vendola si sono uniti a supporto della Regione Basilicata e del nostro Presidente Vito De Filippo, si può e si deve procedere alla firma dell'Accordo di Programma in tempi brevissimi.
Un accordo che, ritengo, riscrive l’abbrivio del rilancio nelle aree industriali e, soprattutto, i tempi  del reintegro di migliaia di fuoriusciti da un settore che , senza illusioni, non potrà mai più tornare ad i numeri del boom degli anni novanta, a seguito della crisi mondiale e di una concorrenza non sempre “leale” dei paesi asiatici anche a “casa nostra”; tuttavia a noi tocca provare oggi a contenerla, con ogni ragionevole mezzo, nell’alveo della legalità e della corretta concorrenza .
Restiamo alla finestra per monitorare quante risorse economiche il  Ministro dello Sviluppo Economico vorrà destinare a cio’ che, per noi, rappresenta un fondamentale obiettivo di rilancio economico, in favore di quest'area economicamente, ad oggi, purtroppo tra le più depresse del Sud Italia.
Sia La Puglia che la Basilicata giungono al tavolo con circa  70 manifestazioni di interesse formulate da  aziende, anche locali, che vogliono investire nelle aree industriali insistenti in quel che fu il “polo del salotto” e tra queste dovrà trovare spazio la proposta del “Distretto” che in maniera concreta, da tempo, ha presentato una proposta di riutilizzo del Sito “Nicoletti” finalizzato a rendere competitiva in termini organizzativi ed economici quella  filiera produttiva che ancora esiste nella nostra regione. Queste nuove realta’, in questo mondo nuovo, dovranno esaltare l’innovazione tecnologica, facendo leva sui processi formativi solo per assegnare nuovi abiti alle figure professionali; e nuovi abiti dovranno ricevere le aree industriali con l’intervento del Consorzio e della Tecnoparco.
Noi, in Regione Basilicata, faremo poi la nostra parte  ma se il Governo nazionale non interviene  in modo concreto, senza assistenzialismo e promesse a vuoto, la popolazione ed il territorio murgiano rischiano di precipitare "... nella desertificazione produttiva e ulteriore impoverimento" quasi irreversibile.
A questo dovremo fermamente opporci riservando, al tema, il ruolo di contropartita da impiegare in quella concertazione per il programma energetico nazionale, in cui alla nostra regione è assegnato l’arduo compito di “great player”.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi