home > eventi > Eventi Matera | SassiLand > Leggi evento
[ 27.645.049 visualizzazioni ]
Evento consultato 2067 volte

Presentazione progetto "Pane Nostro"

Evento del 27/12/2013 
Castello del Malconsiglio a Miglionico Castello del Malconsiglio a Miglionico
Media voti: Presentazione progetto "Pane Nostro" - Voti: 0
Presso il castello del Malconsiglio - Miglionico
Miglionico Siete invitati a partecipare  alla Conferenza Stampa in data 27 DICEMBRE alle ore 17.00 presso il castello del Malconsiglio di Miglionico (MT).
 
Saranno presenti le autorità locali e le realtà rappresentative del settore del grano duro e della semola. Introduce il Sindaco di Miglionico Angelo Buono, coordina la Presidente dell’associazione Alt Rosita Stella Brienza.
 
Saranno trasmessi i videomessaggi dei sostenitori del progetto tra cui: Renzo Arbore, Gianni Pittella, Predrag Matvejevic ed altri.
 
L’attore Uccio De Santis sarà presente perché come dice Matvejevic “pane è pace e quando i forni funzionano significa che tutti stanno bene…”.
 
Ai giornalisti sarà fatto dono dei prodotti di grano duro e degli ornamenti in legno di ulivo di Betlemme (in ebraico: casa del pane).
 


“PANE NOSTRO”, da un’idea dello scrittore serbo croato Predrag Matvejevic.
 
Zagabria, 11 dicembre 2013
 
E’ Predrag Matvejevic l’ideatore del progetto “Pane Nostro”. Tutto il percorso parte dai suoi scritti editi e inediti che Rosita Stella Brienza ha recuperato e poi  riorganizzato. In particolare, Matvejevic ha trattato ripetutamente il tema del pane dopo aver svolto diversi reportage lungo le vie del mediterraneo e di cui se ne tirano le fila in una recente intervista, riportata di seguito, rilasciata dall’autore a Zagabria, città in cui vive.
 
“Io, che dal 1974 ho vissuto da esilio in esilio e mi sento cittadino italiano e croato, penso che la testimonianza di Papa Francesco potrà essere di grande aiuto e di grande speranza per tutti. Mi ha colpito, e allo stesso tempo commosso, l’epistolario tra il Papa ed Eugenio Scalfari. Ecco, la strada è tracciata perché il progetto “Pane Nostro” segna anche un nuovo cammino per tutta l’Europa a cui spetta superare i particolarismi e le false identità evitando l’isolazionismo totalitario. Sono convinto che l’identità rappresenti un valore positivo quando non sia una particolarità.
“Pane Nostro” è un progetto che nasce nel forno di Betlemme, dove le tre religioni monoteistiche si aprono a tutti, per gemellarsi con i forni lucani e solcando le vie del Mediterraneo giunge in Europa per concludersi, poi, a Mostar, sul ponte ricostruito dagli italiani, segnando di fatto una speranza perché tutta l’Europa si unisca negli Stati Uniti d’Europa, senza differenze ideologiche e religiose per un nuovo rinascimento dei popoli europei. Il pane è al centro di un percorso fondamentale per l’Europa perchè rappresenta il simbolo di sacralità come anello di congiunzione tra i popoli nel nome della pace”.
 
 
 
IL PROGRAMMA
 
Il programma del progetto “Pane Nostro” si inserisce all’interno della manifestazione dedicata al grano duro tenuta lo scorso luglio con la messa in scena del “teatro d’aia”, dove sono stati rappresentati i momenti più importanti della mietitura e della trebbiatura così come avvenivano nel secolo scorso.
 
“Il titolo del progetto “Pane Nostro” si ispira totalmente a Predrag Matvejevic, un uomo umile, semplice con cui fa piacere pranzare assieme – afferma Rosita Stella Brienza. E’ durante il pranzo che si comprende la grandezza di quest’uomo. E’ nel momento in cui spezza il pane che si intuisce il superamento delle barriere culturali e sociali. Predrag è per tutti, ama il suo prossimo ed è un uomo di grande umiltà”. 
 
“Pane Nostro” è un progetto che unisce nel nome del pane inteso come simbolo di sacralità per comunicare un messaggio di speranza ai popoli europei.
 
Parte da Betlemme (in ebraico: città del pane), giunge in Lucania e dopo aver creato un ponte di pace con l’Europa, si conclude sul ponte Mostar, in Bosnia, simbolo di una convivenza interetnica.
 
Il momento più importante del progetto cadrà il giorno 25 febbraio 2014, quando a Betlemme ci sarà il gemellaggio per la pace tra i forni lucani e il forno dei Salesiani.
 
Nei giorni di febbraio a Betlemme ci sarà un corso di formazione in cui i panificatori lucani contamineranno, con i loro insegnamenti, la cultura del “fare” il pane locale.
 
Questo gesto di formazione rappresenta una maniera di mescolanza e apertura verso culture diverse a beneficio dei più poveri.
 
Infatti, il panificio di Betlemme distribuisce gratuitamente pane ai bambini che, già alle 4 del mattino, fanno la fila per avere qualcosa da mangiare. Inoltre, distribuisce pane alle famiglie più povere e insegna un mestiere. La presenza dei panificatori lucani aggiungerà valore al percorso formativo attuale e per dirlo con le parole di Predrag Matvejevic, “segnerà un processo di cambiamento mondiale”.
 
In attesa della adesione al progetto anche da parte della Puglia…cominciamo i lavori.




 
Vota questo contenuto

Seleziona una data

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi