home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 84.999.559 visualizzazioni ]
18/01/2015 11.08.40 - Articolo letto 3072 volte

Dal 2003 al 2008 depuratore non attivo: Acquedotto Lucano rimborsa

Euro Euro
Media voti: Dal 2003 al 2008 depuratore non attivo: Acquedotto Lucano rimborsa - Voti: 0
Si tratta di rimborsi per i costi di depurazione sostenuti dagli utenti dal 2003 al 2008 e non dovuti perché il depuratore non era attivo
Matera e provincia In questi giorni stanno giungendo a numerosi cittadini dei comuni dell’area jonico-metapontina, in maniera rateizzata, i rimborsi per i costi di depurazione sostenuti dagli utenti dal 2003 al 2008 e non dovuti perché  il depuratore non era attivo. Il termine per la richiesta di restituzione scadeva il 30 settembre 2014 e molti utenti, soprattutto gli anziani, che non hanno computer e che non lo sanno usare non hanno appreso di questo termine sicchè, non avendo prodotto domanda, perderanno il rimborso.  Come è noto fu una sentenza della Corte Cosatituzionale a stabilire che il rimborso era dovuto (sentenza n.335 del 2008) e successivamente il parlamento legiferò (Legge n. 166 del 2009) prevedendo che il rimborso fosse effettuato dagli enti e le società che gestiscono il servizio idrico entro 5 anni da quella data. Con proprio decreto attuativo (D.M. del 30.09.2009) il Ministero dell’Ambiente ha determinato i criteri per effettuare il recupero delle somme da parte degli utenti. Nessuno dei provvedimenti legislativi e decretativi citati però stabilisce come obbligatoria la procedura di restituire solo a richiesta. Fatto sta che numerosissimi cittadini hanno versato dal 2003 al 2008 somme non dovute, hanno dovuto aspettare dagli 11 ai 7 anni, non sono stati previsti interessi né rivalutazione monetaria e adesso si vedono negati i rimborsi per questo orientamento restrittivo, vessatorio tanto dell’Acquedotto Lucano che dell’AATO Idrico di Basilicata. Al  riguardo Leonardo Giordano, coordinatore provinciale del Nuovo Centrodestra, già consigliere regionale, ha dichiarato:<< L’AQL vuole fare cassa a spese dell’utenza. La legge non li obbligava a prevedere la procedura della richiesta di rimborso tanto è vero che altre società che gestiscono i servizi idrici in altre regioni hanno rimborsato i cittadini in automatico (vedi la Società “Acqua Latina” nel basso Lazio) Andrebbero quantomeno riaperti i termini. Già alcuni mesi fa AQL si è reso protagonista di bruttissime e scortesissime lettere di messa in mora a migliaia di utenti sempre puntuali nei pagamenti e mai evasori per una inefficienza dovuta alla spedizione delle bollette da parte di AQL. Alla luce di questi due ultimi fatti si può affermare che il Presidente Rosa Gentile è stato forse il peggior presidente della storia di AQL. Ci attiveremo con una segnalazione (sottoscritta in forma di petizione da numerosi utenti) all’ATO Idrico e al Difensore civico per stigmatizzare tali comportamenti e al tempo stesso chiedere di riaprire i termini per le domande di rimborso. Sarebbe bene che anche le organizzazioni ed associazioni dei consumatori (completamente assenti su questi problemi) dicano la loro sull’argomento!>>


Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi