home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.254.194 visualizzazioni ]
27/07/2014 11.27.13 - Articolo letto 1706 volte

No alla Basilicata terra di faccendieri, inquinatori e petrolieri

Natura, verde (foto SassiLand) Natura, verde (foto SassiLand)
Media voti: No alla Basilicata terra di faccendieri, inquinatori e petrolieri - Voti: 0
Nota di Organizzazione Lucana Ambientalista
Basilicata "Dopo il tentativo di smembramento - si legge nella nota di Organizzazione Lucana Ambientalista - e accorpamento della Soprintendenza per i Beni Ambientali e Paesaggistici e quella Archeologica della Basilicata nelle Regioni Puglia e Campania, arriva una nuova clava, questa volta direttamente dal premier Matteo Renzi che vuole 
sopprimere il Corpo Forestale dello Stato (CFS). Istituito nel 1822, quasi due secoli fa, il Corpo Forestale dello Stato è a tutti gli effetti il corpo di polizia preposto alla tutela naturale e paesaggistica, alla prevenzione e repressione di reati ambientali e agroalimentari, nella difesa del nostro patrimonio boschivo dagli incendi. La Ola (Organizzazione lucana ambientalista) ricorda al premier Renzi che il CFS è organo di polizia preposto alla sorveglianza dei Parchi, delle Aree Naturali Protette, delle 130 Riserve Naturali, svolge inoltre attività di ricerca, di conservazione e di educazione ambientale in collaborazione di numerose associazioni ambientaliste.

Aspetto, questo, che negli anni ha elevato il grado di coscienza e conoscenza della biodiversità presente nel territorio nazionale: una 
sensibilità che, nonostante la devastazione di interi territori da parte dei signori del petrolio e della monnezza, è cresciuta in maniera esponenziale. Secondo il premier Renzi, invece, il CFS dovrebbe essere cancellato e accorpato alla Polizia di Stato oltre che essere “assimilato” nelle forze di Polizia Locale.

Non vorremmo però che, alla soppressione del Corpo Forestale dello Stato possa seguire l’istituzione, per Decreto Legge, del “Corpo 
Petrolifero dello Stato” considerato il grosso favore che si sta facendo alle compagnie petrolifere ed alle società energetiche in Basilicata ed ai faccendieri nella “Terra dei Fuochi” eliminando così i controlli preventivi in un momento in cui gravi sono le ferite inferte al territorio regionale ed alle comunità (Fenice, centro olio di Viggiano, Ferriera di Potenza, Valli dell'Agri e del Sauro, discariche, cementifici, inquinamento dei fiumi etc). Se tale idea passasse, non ce ne voglia il premier, si darebbe mano libera a costoro nella “terra dei poveri cristi” sempre più inquinati.

Non vorremmo, inoltre, che dopo l’eventuale soppressione del CFS possa toccare ai parchi nazionali nella fattispecie alla legge quadro sulle aree protette n.394/1991. Le funzioni assegnate al CFS, nonostante diverse criticità, sono prioritarie e insostituibili.

La nostra Organizzazione sente il dovere morale di respingere ogni tentativo di smembramento del Corpo e invita quanti impegnati, per 
spirito volontario(comitati, movimenti, associazioni e cittadini), nella difesa dell’ambiente e la salute, ad opporsi a questo ennesimo disegno che offende la Storia consegnando l’Italia e la Basilicata in mano agli speculatori ed agli inquinatori."



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi