home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 83.678.252 visualizzazioni ]
15/01/2014 15.26.18 - Articolo letto 3025 volte

A TRICARICO RILANCIO PIANI AGRO-ENERGIA E SUINO NERO

Suino nero Suino nero
Media voti: A TRICARICO RILANCIO PIANI AGRO-ENERGIA E SUINO NERO - Voti: 0
Nota di CIA Basilicata
Tricarico Un Piano di agro-energia secondo la semplice proposta di un mini-impianto solare e/o di un mini-impianto eolico in ogni azienda agricola e il rilancio del piano suinicolo con valorizzazione del ‘Suino nero lucano’ sono le proposte principali emerse dal congresso comunale di Tricarico della Cia. L’assemblea congressuale presieduta da Paolo Carbone dell’Ufficio di Presidenza regionale ha eletto il cerealicoltore Antonio Caravelli presidente comunale e un direttivo di 15 componenti tra i quali il coordinatore regionale GIE agri-energie Antonio Sassaroli, due donne (Anna Carleo e Giuseppina Danzi) e un pensionato (Antonio Guastamacchia).
Biomasse e biogas insieme – è stato sostenuto nel congresso -  hanno i numeri e il potenziale per diventare una fonte strategica per la nuova politica energetica nazionale e rappresentano anche un'opportunità di reddito integrativa per le aziende agricole, in grado di far crescere il Pil del settore di almeno 5 punti. Puntare sulle agroenergie vorrebbe dire abbassare i costi della bolletta energetica e dei carburanti e ridurre le emissioni di anidride carbonica:  i costi energetici incidono tra l’8 e il 12 per cento sui costi complessivi di un’azienda agricola, a cui va aggiunta una quota tra il 6 e il 10 per cento per i carburanti. Di qui la proposta della Cia tricaricese di esonerare le imprese agricole che finalizzano la produzione di energia verde per autoconsumo. In particolare, per la Confederazione le attività di produzione di energia elettrica da biomasse agricole e forestali dovrebbero essere meglio incentivate e i sostegni previsti sapientemente governati, attraverso la definizione del Piano regionale.
Quanto alla suinicoltura, settore trainante l’economia di Tricarico, è stato fatto il punto del comparto. Oltre 100mila capi allevati in 3500-4000 aziende, per i tre/quarti a conduzione familiare e con una trentina di aziende-allevamenti organizzati attraversa “filiera”, una “nicchia” di razze autoctone tra cui il suino nero che comunque non superano il migliaio di capi: sono questi i numeri principali della suinicoltura lucana al centro del Progetto di Filiera legata ad un modello specifico agro-alimentare che prevede la realizzazione di un sistema di imprese a rete (dall’allevamento, alla traformazione-stagionatura, alla commercializzazione e ristorazione).
Il prezzo del suino Dop – ha evidenziato Paolo Carbone - in dodici mesi e' sceso del 15% mentre i costi di produzione sono cresciuti di quasi il 10%. La conseguenza effettiva e' che  gli allevatori di suini vendono in perdita. In tale ottica, la Cia sollecita una verifica urgente del 'Piano di impegni esecutivi per il Piano di settore suinicolo' sottoscritto da tutta la filiera e disatteso in molti punti importanti dall'industria di macellazione. “Di pari passo con la valorizzazione del ‘Suino nero lucano’ -spiega  Carbone– ci sono una serie di azioni per il rilancio del comparto tra cui  la proposta della “Strada dei salumi lucani”, oltre che una via turistica, è anche una strada nel tempo alla ricerca di tradizioni antichissime, visto che già i romani riconoscevano la qualità dei salumi della nostra regione. Un progetto importante riguarda i salumi della Media Valle del Basento e prevede la creazione di una filiera di salumi prodotti con suini allevati allo stato semibrado da un’associazione di produttori con sede a Tricarico”. E’ dunque necessario con il nuovo Psr 2014-2020 favorire soluzioni e investimenti in grado di coniugare vocazionalità dei nostri territori, propensioni produttive, risorse naturali, sorretta da una coerente azione progettuale capace di fornire un reale impulso ad alcuni importanti comparti produttivi, tra cui quello zootecnico.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi