home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 83.947.588 visualizzazioni ]
01/07/2013 18.49.42 - Articolo letto 40352 volte

Intervista a Sofia Cucci. “Nell’hard per caso e per curiosita’”

Intervista a Sofia Cucci Intervista a Sofia Cucci
Media voti: Intervista a Sofia Cucci. “Nell’hard per caso e per curiosita’” - Voti: 0
L’attrice si “confessa”. Ospite speciale del Club 106 di Scanzano Jonico
di ANTONIO GRASSO
Scanzano Jonico Dolce. Affabile. Praticamente alla mano. Nonostante il successo e la notorietà non si dà arie. E si vede. Più che con una star del cinema a luci rosse sembra di parlare con la classica “ragazza della porta accanto”. Al punto da darci subito del tu. E così l’intervista con Sofia Cucci (e non più “Gucci”, così come richiesto dall’omonima casa di moda ndr) comincia. Prima che l’ambiente si surriscaldasse per il suo spettacolo mozzafiato, sul palco del Club 106.  
 
Prima volta da queste parti. Che idea ti sei fatta?
Per quel poco che ho potuto vedere, direi positiva. Decisamente. Mi ha colpito questo vostro senso dell’accoglienza. Fa quasi tenerezza. Mi piace perché si nota che siete gente molto “calda”. E non è da tutti. Anche se, a dire il vero, c’arrivo preparata, visto che tante colleghe già venute qui prima di me si son trovate a loro agio e me ne han parlato benissimo.  
 
Com’è avvenuto e quando il contatto tra te e il mondo dell’hard?
Per caso. E per curiosità. Tutto è cominciato parlando con un amico che conosceva dei produttori. Decisi, così, di mandare qualche foto di un book ad uno di questi. Nemmeno il tempo di inviargliele che me lo trovai sotto casa con una proposta di lavoro.    
 
Chi è stata la prima persona alla quale hai confidato di voler fare la pornostar? Come l’ha presa? E quale è stata la reazione delle persone a te più vicine?
La prima persona è stata un amico, che poi è diventato anche il mio produttore. Quanto alla reazione dei miei familiari, la definirei nella norma. Nel senso che non hanno fatto certo salti di gioia, ma nemmeno si sono strappati i capelli. Né mi hanno ostacolato nel mio percorso. Con mia madre, poi, ho sempre avuto un ottimo rapporto. Da amica più che di madre. Per cui, non ci sono stati grossi problemi, fortunatamente.
 
Rifaresti, quindi, la scelta che hai fatto?
Rifarei tutto quello che ho fatto, fino alle ultimo. 
 
Hai confidato pubblicamente il tuo “amore” per l’hard (“Faccio porno perché mi piace. Sul set godo davvero”). Come dire: soddisfazioni a tutto tondo o, per meglio dire, a 360 gradi?
Si, sennò non l’avrei fatto. Mai e poi mai. Io sono fatta così: se una cosa non mi piace non la faccio. Le cose fatte di “peso” non le sopporto proprio. 
 
C'è chi fa del sesso un lavoro, utilizzandolo a mò di “strumento”. E c'è chi, invece, fa del sesso per arrivare ad per avere un lavoro e/o per fare carriera. Quindi per raggiungere un fine. Cosa ne pensi in merito?
E’ sbagliato fare qualunque cosa solo per i soldi e non anche per il piacere. Io, francamente, starei male con me stessa. Non ci riuscirei. Per questo dico prima il piacere e poi tutto il resto.  
 
Hai, per caso, un modello di riferimento “artistico”? O meglio, ti sei mai ispirata a qualche icona sexy del passato?
Se devo essere sincera no. Preferisco essere me stessa.    
 
Ne hai girati tanti di film, ma ce n’è uno al quale sei particolarmente legata?
Un po’ a tutti, in verità. Anche se uno, in particolare, lo ricorderò sempre. Sto parlando di “Lethal Body”. Lo girammo a Budapest, nel 2010, sotto una pioggia battente. Pazzesco.  
 
Oggi come oggi, col porno sempre più saturo e depotenziato dal web, si sentirebbe di consigliare ad una ragazza di intraprendere la carriera di pornostar?
No, perché molte cose sono cambiate e non ci sono più i produttori di una volta. E questo rende tutto molto, ma molto, più difficile.
 
Fino a quando crede di continuare a far parte di questo mondo?
Fino allo scoccare dei 30 anni. Questo è il “limite” che mi son posta. Ciò non vieta, però, una possibile anticipazione. Anzi. Una cosa è certa: non appena dovessi sentire gli stimoli venire meno non ci penserò due volte a smettere. Perché me ne voglio uscire a testa alta. Ed essere ricordata per quello che ho fatto e non come quella che a 40 (o giù di lì) è ancora sulla scena.
 
Hai detto, in una recente intervista, che “Per il futuro penso di aprire un ristorante o a un negozio di scarpe”? Confermi?
Si, confermo. Mi piacerebbe aprire un ristorante, visto che adoro la cucina napoletana. Perché no. O, magari, tutte e due (ristorante e negozio di scarpe ndr). Vedremo. 
 
Progetti a medio- breve termine?
Il mio primo film da produttrice, con protagonista la brava e promettente Martina Gold.
 
In bocca al lupo, allora.
Crepi!



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi