home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 87.552.831 visualizzazioni ]
06/02/2013 19.43.05 - Articolo letto 3916 volte

Antonio Latella con masterclass e con lo spettacolo: Don Giovanni

Spettacolo Don Giovanni Spettacolo Don Giovanni
Media voti: Antonio Latella con masterclass e con lo spettacolo: Don Giovanni - Voti: 0
Matera si prepara ad accogliere l’evento più importante di Teatri Uniti d’Italia
Matera Matera si prepara ad accogliere l’evento più importante di Teatri Uniti d’Italia, le città della scena in Basilicata: dall’11′al 14 Febbraio 2013 la città sarà il luogo prescelto da Antonio Latella, regista teatrale italiano di punta tra i più apprezzati in Italia e all’estero, per realizzare un Masterclass rivolto a  15 giovani under 30 provenienti da ogni parte d’Italia e per presentare la  sua  opera dal titolo: DON GIOVANNI, A CENAR TECO, da Moliere, il 14 febbraio 2013 al Teatro Duni.
Matera nuovamente al centro dei fermenti culturali europei, dunque, grazie allo sforzo del Consorzio Teatri Uniti della Basilicata che scommette, anche con eventi del genere, sulla capacità della città dei Sassi di offrire occasioni imperdibili di approfondimento e di essere vetrina culturale di prim’ordine, aggiungendo un importante tassello alla sua candidatura a Capitale Europea della Cultura 2019.
Antonio Latella è una delle figure di spicco del nuovo teatro italiano. Vive e lavora tra Berlino e l’Italia. Studia recitazione presso la scuola del Teatro Stabile di Torino e la Bottega Teatrale di Firenze fondata da Vittorio Gassman. Come attore è diretto da Pippo Di Marca, Luca Ronconi, Giuseppe Patroni Griffi, Massimo Castri, Elio De Capitani, Walter Pagliaro, Tito Piscitelli, Vittorio Gassman. Ma è il lavoro di regista che gli conferisce fama nazionale e europea.
Poco più che trentenne è chiamato a dirigere uno dei corsi dell’École des Maîtres (scuola itinerante internazionale, di perfezionamento teatrale, per giovani attori di diverse culture).
Nel 2001 vince il suo primo Premio Ubu per il progetto Shakespeare e oltre e, nel 2004, il Premio Gassman come miglior artista dell’anno. La sua cifra stilistica è dominata da un erotismo macabro e grottesco e da un’ironia graffiante. Le sue messinscene più significative sono: Otello di William Shakespeare (1999), Romeo e Giulietta di William Shakespeare (2000), I Negri di Jean Genet (2002), Pilade di Pier Paolo Pasolini(2002), Querelle da Jean Genet (2002), Porcile di Pier Paolo Pasolini, (2004), Aspettando Godot di Samuel Beckett (2007). In Francia, a Lione, nel 2004 debutta nella regia d’Opera con L’Orfeo di Claudio Monteverdi. Sempre nel 2004 mette in scena Orfeo ed Euridice di Gluck e, nel 2005, Tosca di Giacomo Puccini.
 
MASTERCLASS DI ANTONIO LATELLA
Dall’11 al 13 Febbraio 2013, presso I.A.C. Centro Arti Integrate, Matera.
Antonio Latella , coadiuvato dal personale artistico ed organizzativo della sua compagnia, fornisce elementi teorici e pratici della sua personale ed originale visione del teatro.
A seguito di un bando pubblico pubblicato sul sito dell’Associazione Incompagnia ed inviato via mail a tutti gli organismi teatrali italiani e locali, sono giunte oltre cinquanta domande di partecipazione al MasterClass, rivolto alle maestranze teatrali professionali e/o in formazione: attori professionisti, allievi di scuole di teatro,  organizzatori ecc che non avessero superato i 30 anni di età. Antonio Latella, dopo un’attenta valutazione delle domande pervenute,  ha selezionato 18 partecipanti provenienti da diverse città d’Italia. 
 
Programma.
*11 Febbraio 2013* 
dalle 9.00 alle 13.00 - Antonio Latella: ragioni, metodi e poetica teatrale (parte 1) presso il Centro Arti Integrate;

*12 febbraio 2013*
dalle 11.00 alle 13.00 Michele Mele, organizzatore della Compagnia di Antonio Latella: Organizzare la Poesia (parte 1), presso il Centro Arti Integrate;
dalle 18.00 alle 20.00  – Antonio Latella: ragioni, metodi e poetica teatrale (parte 2), presso il Centro Arti Integrate:
 
*13 Febbraio 2013* 
dalle 9.00 alle 13 Michele Mele, organizzatore della Compagnia di Antonio Latella: Organizzare la Poesia (parte 2), presso il Centro Arti Integrate;
dalle 18.00 alle 19.00 -  Incontro con la Compagnia di Antonio Latella , presso il Teatro Duni
ore 20.30 - Prova generale dello spettacolo: Don Giovanni, a cenar teco, aperta ai partecipanti della Masterclass, presso il Teatro Duni.
 
LO SPETTACOLO: DON GIOVANNI, A CENAR TECO
Giovedi 14 Febbraio 2013, Teatro Duni, ore 21.00
StabileMobile Compagnia Antonio Latella
in collaborazione con Teatro Stabile di Napoli, Nuovo Teatro Nuovo
Don Giovanni, a cenar teco
regia Antonio Latella
drammaturgia Antonio Latella e Linda Dalisi
con Caterina Carpio, Daniele Fior, Giovanni Franzoni, Massimiliano Loizzi, Candida Nieri, Maurizio Rippa, Valentina Vacca
scene e costumi Fabio Sonnino
disegno luci Simone De Angelis
assistente alle scene e realizzazione scene Marco Di Napoli
assistente ai costumi Graziella Pepe
sarta realizzatrice Cinzia Virguti
fonico Giuseppe Stellato
assistenti volontari Maria Conte e Davide Calvaresi
regista assistente e movimenti Francesco Manetti
organizzazione Brunella Giolivo
distribuzione Michele Mele
produzione stabilemobile compagnia Antonio Latella
in collaborazione con Teatro Stabile di Napoli, Nuovo Teatro Nuovo
genere prosa
durata 3 ore e 20 minuti
Don Giovanni, mi spaventa perché è un vampiro della vita: dove vede amore si butta per nutrirsi e vivere, non credo per amare, ma per innamorarsi di quello slancio di amore ancora incontaminato e possederlo, per poi gettarlo via una volta posseduto. È un teorema spietato sull’inganno e sulla matematica dell’amore e non sul sentimento dell’amore. L’amore è il divino: io credo che nell’amore esista Dio. Nell’amore è racchiusa la possibilità più alta che l’uomo ha a disposizione: l’amore è un dono divino che non chiede e non pretende nulla in cambio. In questo teorema sovversivo e oscuro, Sganarello è Molière che accompagna il bestemmiatore, sedotto egli stesso dalla bestemmia ma con la sola differenza che per lui l’amore è il mondo che frequenta, non le donne, ma la vita stessa, il teatro di cui si nutre e per il quale accetta ogni compromesso. Molière muore per il suo teatro, non c’è atto più fondamentalista di questo. La critica violenta fatta a lui e al suo teatro è la statua che si erige al di sopra di tutto e punta il dito su ciò che è giusto o no, partendo da un punto di vista che troppo ha a che fare con la chiesa che dice “ama un solo Dio”, e cioè: “ama me e basta”. Parole parole parole. (Antonio Latella)
STABILEMOBILE è la nuova compagnia teatrale di Antonio Latella. Il punto di partenza per questo nuovo progetto è l’esperienza svoltasi al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli nel biennio 2010/2011 in cui si è cercato di sperimentare una nuova forma di produzione teatrale in Italia. Il gruppo è composto da storici collaboratori di Antonio Latella e da nuove figure legate alla recente Direzione Artistica del Nuovo Teatro Nuovo di Napoli. La compagnia si propone di apportare nuova linfa al sistema teatrale italiano. Oltre a produrre i lavori firmati da Antonio Latella, STABILEMOBILE sostiene anche gli spettacoli diretti da Linda Dalisi. Il nome della compagnia nasce dalla volontà di trovare una sintesi tra necessità di stabilità e tensione alla mobilità. In questo primo anno di attività, la Compagnia ha dato vita a diversi spettacoli che ruotano attorno al concetto di “straniero”. Tra questi , anche Un tram che si chiama desiderio di Tennessee Williams, prodotto da Emilia Romagna Teatro, si inserisce nel progetto artistico di STABILEMOBILE: lo spettacolo (Premio Ubu 2012 alla regia e a Elisabetta Valgoi come attrice non protagonista), che vede in scena Laura Marinoni e Vinicio Marchioni, dopo il debutto a Modena, nella stagione 2012/2013 toccherà le principali città italiane.
 



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi