home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.300.777 visualizzazioni ]
12/08/2011 20.53.06 - Articolo letto 3747 volte

Enrico Ruggeri a Policoro per il Blues in Town 2011

Comune di Policoro (foto SassiLand) Comune di Policoro (foto SassiLand)
Media voti: Enrico Ruggeri a Policoro per il Blues in Town 2011 - Voti: 0
Un evento gratuito organizzato dall’Amministrazione comunale di Policoro
Policoro Il cantante Enrico Ruggeri martedì 16 agosto si esibirà in un concerto all’aperto sul lungomare centrale di Policoro, lato destro, in un evento gratuito organizzato dall’Amministrazione comunale di Policoro. L’assessore alla Cultura Mary Padula dichiara: “La location del lungomare l’abbiamo scelta perché riteniamo il mare una risorsa per il territorio, forse la più importante della nostra città e sicuramente quella che negli anni ha visto il maggio incremento di forza lavoro e persone che lo frequentano. Il 16 è la data ideale perché si inserisce nel mese e nel periodo di ferie per antonomasia dell’anno e in mezzo ad una serie di grandi eventi della città concentrati in questo periodo: mi riferisco al Blues in Town (12/15 agosto); a Lido Laura Freddi (15-16-17); all’onorificenza di “Cittadino Illustre” ad Antonio Preziosi (14 agosto) per citarne solo alcuni. Per noi dunque il concerto di Ruggeri rientra nella logica di valorizzazione del territorio e di tutte le nostre peculiarità: mare, ambiente, arte e cultura. Una vetrina promozionale di cui l’artista è sicuramente uno dei massimi interpreti, essendo un cantante conosciuto da anni nel panorama della musica leggera italiana. Siccome prevediamo un grande afflusso di pubblico le forze dell’ordine hanno predisposto un piano di sicurezza per evitare incendi, per il parcheggio delle auto e per far defluire il traffico”. Enrico Ruggeri ritorna a Policoro per la seconda volta e la sua carriera è un continuo successo. Nel 1972, a 15 anni, fonda il suo primo gruppo, i Marmellata Friend. Il successo arriva con la partecipazione a Sanremo con il brano Contessa e l'album Vivo da re prodotto da Shel Shapiro, la cui title-track prenderà parte al Festivalbar di quell'anno. La canzone si classifica al 4°posto. Nel 1981 Enrico Ruggeri intraprende la propria carriera solista e due anni dopo inizia a farsi conoscere grazie all'album Polvere e la single-track omonima che raggiungono un buon successo, coronato dal secondo posto al Festivalbar e dalla partecipazione alla gara canora Azzurro. Il brano Il mare d'inverno, che inciderà soltanto l'anno seguente, è portato al successo da Loredana Berté, e lo impone come autore di eccellenza, aprendo gli orizzonti artistici di Ruggeri verso il genere cantautorale, pur senza rinnegare la matrice rock. Nel 1984 Ruggeri torna al Festival di Sanremo con un altro successo, Nuovo Swing, che segna la svolta verso uno stile che echeggia quello degli chansonnier francesi. Segue l'album Presente, che mescola nuovi brani ad esecuzioni dal vivo tra cui una cover di Vecchio frack di Domenico Modugno, che è anche in gara nel Festivalbar. Nella stessa edizione sanremese scrive per il gruppo Canton il brano Sonnambulismo, che sarà anche inciso in inglese e si classifica a 4° posto tra i giovani di quell'anno: 1985-1986. In questo periodo Ruggeri vede pubblicare tre lavori nel giro di diciotto mesi, album che ne sanciscono definitivamente l'ingresso nel novero dei cantautori italiani più apprezzati. Ruggeri diventa così uno degli autori più ricercati da numerose interpreti femminili, tra cui le più accreditate Fiorella Mannoia, Loredana Bertè, Anna Oxa e Fiordaliso. Con Enrico VIII Ruggeri riceve il disco d'oro. Sulla cresta dell’onda nel 1987 si ripresenta a Sanremo con Gianni Morandi e Umberto Tozzi (sodalizio nato nell'ambito del progetto benefico della Nazionale italiana cantanti) con il brano Si può dare di più che vince la manifestazione. Con l'album "Peter Pan" del 1991 Ruggeri in pochissime settimane si aggiudica ben quattro dischi di platino. Al culmine del successo, nel 1993 Ruggeri conquista per la seconda volta il Festival di Sanremo con il brano rock Mistero e ad esso segue l'album La giostra della memoria. La sua carriera musicale non si ferma mai e nel 2006 l’associa alla sua prima esperienza televisiva, su Italia 1, con la conduzione della trasmissione Il Bivio, durata oltre un anno e riproposta nel 2007 e 2008. Nel novembre 2008 gli viene affidato un secondo programma intitolato come una sua celebre canzone, Quello che le donne non dicono, talk show che vede protagoniste assolute le donne e la conoscenza dell'universo femminile. Dal 1 luglio 2009 fino all'8 gennaio 2010, sempre su Italia 1, ricopre per due stagioni il ruolo di conduttore della trasmissione Mistero (posto che lascerà successivamente a Raz Degan). Proprio sulle medesime tematiche trattate da questo programma, pubblica nel 2010, insieme a Candido Francica, il libro Alieni. Un mistero fra noi. Si dà anche alla scrittura pubblicando il romanzo intitolato Che giorno sarà, presentato il 6 febbraio nel programma di Simona Ventura Quelli che il calcio e.... Infine è impegnato anche nel sociale dal 1984 facendo parte della nazionale cantanti di calcio.
 



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi