home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.332.278 visualizzazioni ]
09/03/2011 14.12.05 - Articolo letto 6590 volte

Persecuzione, un libro di Alessandro Piperno

Persecuzione, un libro di Alessandro Piperno Persecuzione, un libro di Alessandro Piperno
Media voti: Persecuzione, un libro di Alessandro Piperno - Voti: 1
“Scrivere è l’unico luogo in cui mi sento a mio agio”
di MARIA ANNA CRAPULLI
Matera “Scrivere è l’unico luogo in cui mi sento a mio agio”, Alessandro Piperno durante la presentazione del suo ultimo libro con Gad Lerner, il quale riferendosi a “Persecuzione” parla di vera letteratura. Antonio d’Orrico, critico letterario, è andato oltre definendo l’autore il nuovo Marcel Proust. Clamoroso fu anche l’esordio nel 2005 con il suo primo libro “Con le peggiori intenzioni”, segnalato dalla critica come brillante scrittore. Un bel carico di responsabilità! Motivo per cui, probabilmente, Piperno ha pubblicato nel 2010 il suo secondo libro, a cinque anni dal primo.
“Persecuzione” è un romanzo introspettivo, in cui l’autore scava dentro l’anima, e fa i conti con la vulnerabilità dell’uomo. La citazione iniziale di Boezio dal De Consolatione philosophiae, opera scritta durante la sua carcerazione e in cui dimostra che la sua afflizione non ha bisogno in realtà di alcuna consolazione poiché rientra nell’ordine naturale delle cose, è un preludio illuminante sugli avvenimenti.
Sei rimasto in silenzio per la vergogna o per lo stupore? E’ la sintesi perfetta della situazione in cui si trova il protagonista: il silenzio, la vergogna e l’incredulità di fronte all’accusa di aver sedotto la dodicenne fidanzatina del figlio, “il solo tabù che la gente non perdona”, annunciata in un tg di una sera d’estate. Il sentimento della vergogna è il fil rouge del romanzo, ed è quello con cui l’autore più si è confrontato nella vita e nella scrittura, ma certamente poco contemporaneo, vista la spregiudicatezza del vivere quotidiano. E’ bastato un istante, un annuncio in televisione, per distruggere la vita perfetta dello stimatissimo e ricchissimo Leo Pontecorvo, medico oncologo, di fama internazionale. “A questo punto non ci sarà nessuna delle tue qualità di uomo sobrio e civilizzato che, alla luce del crimine che ti stanno appioppando, non verrà considerata una colpa o un’aggravante. Tutto ciò che di buono hai fatto fin qui, d’ora in poi è da considerarsi la bizzarria di un pervertito. Perché nessuno là fuori si interrogherà sulla plausibilità dell’accusa…E così il pettegolezzo prende forma omicida”. Si accorge solo in quel momento di vivere in mondo ostile, e che la vita è governata da un elemento imponderabile, che può arrivare in qualsiasi momento senza preavviso, impersonato nello specifico da Camilla. La stampa non gli risparmia niente, i media distruggono la sua credibilità a tal punto che la vergogna lo paralizza; l’imbarazzo non gli consente di parare i colpi di quell’infamia in nessun modo, anzi acquista un tale atteggiamento di vittimismo che in fondo pensa di meritare tutta quella cattiveria. Il fuoco amico dei ricordi, se possibile, peggiora la sua condizione di sofferenza, di precarietà e di solitudine in cui versa dal giorno in cui l’incriminazione è stata resa nota: la memoria dei momenti felici con sua moglie e i suoi figli, gli stessi che, dopo l’evento tragico, lo allontaneranno, la memoria delle vacanze, dei viaggi, dei convegni a cui veniva chiamato come relatore, quella memoria, ormai unico elemento intimo che il mondo non può toccargli e inquinare, riempie i mesi trascorsi nel dolore e nell’incapacità di dare una spiegazione dell’accaduto. “Persecuzione” nasce come antefatto ad una storia che Piperno intendeva tradurre in romanzo; lo stesso antefatto si è allargato a tal punto ed ha acquisito un tale valore, che è stato strutturato in un libro a sé. Questo giustifica quel continua… inultima pagina, che lascia il lettore con la curiosità di sapere cosa potrà esserci dopo, e, soprattutto, cosa accadeva nei piani alti della sua villa, durante la volontaria reclusione in cantina di Leo Pontecorvo.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi